Ambiente - CERVINARA. CONTINUA LA LOTTA ALL’AMIANTO

Foto Cervinara

Il Movimento Caudino No Amianto segnala alla cittadinanza e alle Autorità Competenti la presenza di cumuli di amianto e di lastre infossate in montagna. “E’ ancora la Zona Coppola, a Cervinara, ad essere colpita da questi assassini della salute – dichiara il Direttivo ambientalista – ma non ci fermeremo di fronte all’ennesimo scempio ambientale a cielo aperto. L’ambiente viene prima di tutto e noi lo difendiamo con i pochi mezzi a disposizione che abbiamo, ossia la diffusione di informazione sulla tematica e tutela del territorio”. L’amministrazione Tangredi è stata, più volte in prima fila e si è fatta carico di parecchie spese per le bonifiche dall’amianto. “Le Istituzioni Comunali, guidate dal Sindaco Tangredi, hanno partecipato, proprio in queste aree, alla giornata ecologica organizzata dagli amici di Microphonix, l’associazione ambientalista che ha scattato le nuove agghiaccianti foto. Quindi, il loro supporto è costante su questo fronte -sottolinea il No Amianto. Tuttavia, un problema da superare è la mancanza di informazione e di formazione di troppi cittadini. Non dimentichiamo nemmeno le speculazioni economiche, che spesso caratterizzano il mondo dei rifiuti in Campania. Il Movimento Caudino No Amianto – si legge nella nota – continua la sua lotta e lancia un appello a sostegno dell’organizzazione, affinché si possano denunciare altre zone inquinate, sia sul territorio locale, sia su quello nazionale. Bisogna partecipare attivamente alla vita del MCNA, serve una mano concreta vista la diffusione e l’estensione del problema amianto in tutta Italia”. In chiusura il Direttivo comunica, agli iscritti ed ai simpatizzanti, che lunedì sera, presso la sede in Piazza Trescine, a Cervinara, ci sarà una riunione del Direttivo convocata alle ore 21 dal responsabile Nunzio Marcarelli. All’evento parteciperanno anche esponenti di altre organizzazioni ambientaliste che operano sul territorio.

Fonte: noamianto.blogspot.it

giovedì 7 marzo 2013. Letture: 1286.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie