Appuntamenti, Musica - CERVINARA. CERERIS ARA 2013, TRIONFO DI ALESSANDRO MARCHESE

Foto Cervinara

Mai come stavolta, pubblico e critica messi d’accordo. Alessandro Marchese si aggiudica a furor di popolo l’Edizione 2013 del “Cereris Ara”, manifestazione di punta di “Cervinara sotto le stelle”, rassegna di Cultura, Sport e Spettacolo promossa dall’Amministrazione Comunale di Cervinara.
La competizione canora, riservata agli appassionati di musica, ha visto circa quaranta concorrenti pronti a mettersi in discussione e a giocarsi la vittoria finale a suon di acuti.
Successo di pubblico strepitoso, quasi annunciato, per la serata finale nella Villa Comunale di Cervinara, quinta e ultima tappa dopo le performance di Piazza Trescine e di Piazza Regina Elena. Massima la concentrazione dei cantanti in gara nonostante il clima amichevole della kermesse. Nessuno voleva sfigurare e così è stato. Gli spettatori, visibilmente soddisfatti, hanno gradito dall’inizio alla fine.
E così, dopo una vera e propria maratona di circa quattro ore, è arrivato l’annuncio: a Marchese la palma del vincitore col brano dei Modà “Se si potesse non morire”, interpretato alla perfezione dal giovane cervinarese che mai era salito su di un palco per dimostrare di che pasta fosse fatto. Un successo, alla vigilia, difficilmente pronosticabile se non da chi conosceva le sue doti di artista musicale. Indescrivibile la gioia dei suoi fan e dei suoi familiari, questi ultimi bravissimi a nascondere la tensione tra il pubblico e pronti a esplodere di gioia alla proclamazione del vincitore.
La Piazza d’onore è andata, invece, alla giovanissima melodia di Federica Razzano, giunta sul palco caudino direttamente da Amorosi, con “New York New York” versione Frank Sinatra, mentre a chiudere il podio un intrigante Claudio Giordano, rotondese trapiantato a Cervinara, con “L’essenziale” di Marco Mengoni.
La giuria, presieduta in finale dal Maestro Erasmo Petringa, ha decretato anche gli altri riconoscimenti di rito. Il premio alla “Migliore Performance” è andato a Pasquale Cioffi, il vincitore della scorsa edizione del Cereris Ara, con “Un amore così grande” di Claudio Villa. “Miglior Arrangiamento”, invece, per Domenico Lengua con “Acqua e sapone” degli Stadio, mentre il “Premio della Critica” è finito nelle mani di Chiara Ferraro con “Ricomincio da qui” di Malika Ayane; “Premio Simpatia” e “Premio Impegno” rispettivamente a Franchino Perrotta con “Carmè Carmè” e Giuseppe Lengua con “La donna cannone”.
Passiamo alle novità rispetto all’edizione 2012. Due band ad accompagnare i concorrenti. Da una parte, i “Sezione Aurea”, col Maestro Aldo Vitagliano al piano e alle tastiere, Enzo Amaro vocalist, i fratelli Domenico e Maurizio Cioffi rispettivamente a chitarra e basso e Liberato Chirico alla batteria. Dall’altra le “Giuste Frequenze”, col Maestro Mimì Napolitano al piano, il vocalist Vincenzo Napolitano alle tastiere, Mario Santaniello al basso, Gaetano Adamo alla chitarra e Gabriele Napolitano alla batteria.
Due presentatori per cinque serate: Giusy Iachetta e Stefano Viscione, giovani di bella presenza e, soprattutto, grandi intrattenitori.
Tanti i volti nuovi dunque. Uno su tutti l’organizzatore della rassegna Vincenzo Amaro: “Siamo riusciti nel nostro intento – fa sapere il responsabile della manifestazione alla redazione di Retesei –. Non era facile reinventare ex novo uno spettacolo così caro alla popolazione caudina. In primis abbiamo aperto le porte anche a chi non era di Cervinara, allargando così i nostri orizzonti, per poi dare un’effettiva ventata di freschezza proponendoci di stare al passo coi tempi. L’obiettivo principale, credo raggiunto, era quello di far divertire la gente e di dare la possibilità di emergere ai giovani locali. Sono convintissimo che i due gruppi, le Giuste Frequenze e i Sezione Aurea, abbiano dimostrato il loro valore, ribadendo la voglia di farsi strada nel mondo della musica. I complimenti vanno a loro e a tutti i cantanti in gara, i quali hanno provato per ben quattro mesi i loro brani. Un ringraziamento anche e soprattutto all’Amministrazione Comunale e un plauso al vincitore del Cereris Ara, Alessandro Marchese, capace di regalare emozioni vere al numeroso pubblico accorso durante le nostre cinque serate. Alla fine tutto è andato per il verso giusto, tra le attese, le tante curiosità e qualche polemica stroncata subito sul nascere”.
Appuntamento, quindi, all’edizione 2014. Chi avrà l’onore di sfidare il campionissimo Alessandro Marchese?

lunedì 19 agosto 2013. Letture: 1558.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie