Appuntamenti, Società - Rotondi. Concorso “Rotondi Fiorita”

Foto Rotondi

Con l’avvento della stagione primaverile, peraltro in ritardo, tutto si veste di colori e la natura domina incontrastata. Il fiore è senz’altro motivo di adornamento che regala una sensazione piacevole e di estasi, che introietta il nostro sistema olfattivo ad una varieganza di profumi, il sistema visivo a forme e colori atipici, fino alle infinite tipologie che madre natura ci offre. Imbattersi nella visione di un quadro di Van Gogh, o in un prato olandese sicuramente crea un effetto da sindrome di Stendhal.

Anche i poeti hanno celebrato il fiore: Pablo Neruda, ad esempio, ha celebrato la fusione dell’amore con la natura, Leopardi ne “ Il sabato del villaggio”, ha verseggiato di una donzelletta intenta ad adornare il petto e il crine di rose e viole in procinto del sabato della “gioventù”, passando per Sergio Endrigo, il quale riecheggiava, nella famosa filastrocca scritta da G. Rodari, che per fare tutto “ci vuole un fiore”.

E se la donzelletta tutto d’un tratto si ritrovasse tra grattacieli e infrastrutture iper-moderne? Insomma, anche il molleggiato Celentano negli anni 60’ cantava la sparizione del verde a scapito di cemento che sempre più imbestialisce il nostro polmone e il nostro umore. Ma con l’avanzare degli anni, le iniziative che favoreggiano la fioritura della cultura folcloristica – partecipativa a protezione del verde, stentano ad innestarsi nel terreno sempre più arido di chi alimenta il disprezzo per l’ambiente e lo costringe e lunghe ed affannose ricorse contro il tempo.

L’iniziativa “Rotondi fiorita” è un concorso che unisce l’estasi, l’incanto, e la bellezza di un fiore all’educazione e la “cultura del verde”. Su proposta del consigliere Antonio Giuseppe Simeone, il Comune di Rotondi, ha indetto il 1° concorso, gratuito e aperto a tutti i residenti, che prevede l’abbellimento di balconi, davanzali, vetrine o fronti commerciali con creazioni floreali, in grado di donare un’altra veste a un paesaggio spento.

Ai primi tre classificati verranno assegnati premi buoni-spesa da spendere presso le attività commerciali site in Rotondi, e per chi fosse allettato dall’idea di prenderne parte può ritirare il bando e il modello di iscrizione presso il Comune di Rotondi Ufficio Commercio nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, oppure collegarsi al sito www.comune.rotondi.av.it.

Il concorso “Rotondi fiorita”, è regolamentato da sette punti, dei quali il primo, esplica la mission dell’iniziativa. Il secondo punto chiarisce il destinatario e il terzo, non meno importante ai fini della competizione, sottolinea i criteri di valutazione (varietà e combinazione, originalità dei lavori, inserimento armonico delle piante in un edificio, un palazzo, una vetrina o un fronte commerciale). Il quarto punto concerne l’iscrizione, le cui domande di partecipazione dovranno essere consegnate al Protocollo del Comune di Rotondi entro e non oltre il 15.07.2010: alla domanda dovranno essere allegate tre foto a colori. I lavori saranno giudicati da una commissione composta dal Sindaco(o suo delegato) due architetti,due assessori ed due esperti del settore.

Il periodo di valutazione dei lavori abbraccerà un arco di tempo che va da luglio 2010 alla prima domenica di agosto 2010 e durante questo periodo il partecipante, vigile e rigoroso delle regole sopraindicate, dovrà garantire il mantenimento delle caratteristiche del luogo in concorso. Come precedentemente detto, i vincitori del concorso, riceveranno in base alla posizione in classifica, un buono-spesa, del valore di 250,00 euro per il primo classificato, di 150,00 euro per il secondo classificato, e infine di 100,00 euro per il terzo classificato. La premiazione avverrà pubblicamente nel mese di agosto 2010, con data, ora e luogo da destinarsi.

L’amministrazione invita la cittadinanza ad un’attiva partecipazione, e si prefigge come obiettivo una maggiore sensibilizzazione e cura di ciò che ci circonda, sostenendo che il linguaggio dei fiori è espressione di affetto e rispetto dei cittadini verso la propria comunità e la natura.

Fonte: comunicato stampa

lunedì 24 maggio 2010. Letture: 2510.


Commenti

  1. nuvola ha detto:

    è sicuramente un’iniziativa ma a che fine???Invogliare la popolazione rotondese a rendere i loro già gradevoli balconi quando poi intorno è tutta una decadenza.Gli ammnistratori pensassero a fare qualcosa di concreto per questo paesino e per i suoi abitanti e non perdessero tempo con questi inutili concorsi.

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie