Appuntamenti - Interferenze 2005

Mancano ormai pochissimi giorni all’appuntamento con la III edizione del festival di new arts Interferenze, che si svolgerà a San Martino Valle Caudina (Avellino) nei giorni 1,2,3 settembre.

La tre giorni di Interferenze avrà luogo quest’anno in diverse location ubicate nel suggestivo scenario dell’area dell’ex Mulino (zona Capofiume) e focalizzerà il programma intorno al tema “rumori, visioni e bit di campagna”, riscoprendo la propria anima duplice in bilico tra provocazione digitale e richiamo della tradizione: arti elettroniche e suggestioni della terra, il pixel e la clorofilla, le avanguardie sonore e le risorse del territorio.

Come ormai da tradizione, l’evento si articolerà in diverse sezioni tra loro strettamente interrelate: suoni, installazioni, software art, video, conferenze, workshop, nell’intento di offrire un punto di osservazione privilegiato in relazione alle connessioni e alle interazioni tra arti elettroniche e basate sui nuovi media, tecnologie e società.

Confermato il prestigioso parterre di artisti, critici e studiosi che prenderanno parte al programma, a partire dalla sezione suoni, dove spiccano senza dubbio le presenze di Thomas Brinkmann e Natalie Beridze (meglio conosciuta come TBA) con il loro nuovo progetto Initials BB, che si esibirà dal vivo per la prima volta in Italia, di Jan Jelinek, con la sua raffinata mistura di caldi umori jazz e minimalismo teutonico, dei due 99 Posse Meg e Marco Messina con il progetto Nous, di Andrea Mangia aka Populous, artista salentino ormai alla ribalta delle cronache elettroniche internazionali. Ma tante altre saranno le presenze di rilievo nella sezione suoni: i napoletani Frame, Mass ed Ilic, il trio femminile svedese Midaircondo, reduce dalla celebrata performance del Sonar di Barcellona, i romani Slow Motion ed infine quella che si annuncia come una delle performance imperdibili del festival: l’esibizione magnetica della straordinaria vocalist norvegese Maja Ratkje. Questo, nel dettaglio, il programma della sezione audio, che avrà luogo nell’Area immediatamente antistante l’ex Mulino:

GIOVEDI’ 1 SETTEMBRE
– FRAME (Italy/Mousikè Lab);
– MAJA RATKJE (Norway/Rune Grammofon) + visuals HC GILJE;
– NOUS feat. MEG plus MARCO MESSINA (Italy/Novenove).

VENERDI’ 2 SETTEMBRE – MASS (Italy/Dsp rec.);
– MIDAIRCONDO (Sweden/Type);
– POPULOUS feat. MATILDE DE RUBERTIS (Italy/Morr Music);
– JAN JELINEK (Germany/Scape rec.).

SABATO 3 SETTEMBRE
– SLOW MOTION (Italy/Disasters by Choice);
– ILIC (Dsp rec.);
– INITIALS BB feat THOMAS BRINKMANN (Germany/Max Ernst) plus NATALIE BERIDZE

La nutrita sezione arti visuali/screen based si articolerà intorno a tre nuclei tematici fondamentali: videoart, installazioni (con una significativa presenza della componente interattiva), software art. A questa sezione afferiranno la conferenza/seminario “Videocomunicazione tra sperimentazione creativa e flusso elettronico”, a cura di Alfonso Amendola (Università di Salerno) e le due rassegne video: “Cityscapes”, dedicata all’artista norvegese HC Gilje ed incentrata sui paesaggi urbani delle megalopoli orientali e “Helsinki, Finland: 60°15’N, 25°03’E “, in collaborazione con Av-arkki – Distribution Center for Finnish Media Arts. Per quanto concerne le installazioni, ubicate nei locali del’ex Mulino, è prevista la presenza del collettivo milanese di architetti, designers, media artists Limiteazero con l’opera “Min_mod” e dell’artista finlandese Kati Åberg con la videoinstallazione “Emotions in Man”. Vero e proprio fiore all’occhiello di questa III edizione di Interferenze sarà l’area tematica dedicata alla software art, curata da Alessandro Ludovico (Neural) ed intitolata “Playing with Code”, con la straordinaria presenza dell’artista russo Alexei Shulgin (Easylife.org), pioniere e personaggio di rilievo assoluto nel panorama della net.art, affiancata dalle partecipazioni dell’artista austriaco Robert Praxmarer (Cubic) e del mantovano Paolo Molleindustria (Molleindustria.it).

L’inaugurazione di Interferenze_05, prevista per giovedì 1 settembre alle ore 18:30 nelle Cantine del Palazzo Ducale, precederà appunto il talk inaugurale sulla software art. Tra le novità di questa III edizione, va rimarcata la realizzazione di un miniprogetto formativo, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Salerno, che parteciperà in prima persona alla realizzazione dei contenuti del festival: gli studenti potranno partecipare direttamente agli incontri proposti durante la tre giorni di Interferenze, con la possibilità di usufruire dei crediti formativi messi a disposizione dall’Università.

Uno spazio significativo verrà riservato poi al tema dello sviluppo territoriale delle aree interne del meridione d’Italia legato alle nuove tecnologie, attraverso il workshop “La valenza delle tecnologie dell’informazione nelle realtà rurali”, realizzato nell’ambito del progetto “Province Digitali”, con la partecipazione di Saverio Romeo (Southronic/Birkbeck College – University of London) e Alessandro Antonini (Archimede).

Infine, da segnalare il workshop “Tecniche di Sintesi del Dominio Virtuale” tenuto da Raffaele Mariconte, spazio dedicato ai “nerds” dell’audioprocessing, in cui si farà il punto delle ultimissime tecniche di sintesi sonora. Il documentario dell’evento sarà a cura del regista irpino Antonello Matarazzo, già collaboratore di Enrico Ghezzi.

Interferenze mette a disposizione dei visitatori un servizio accoglienza, che provvederà ad informare chiunque voglia approfittarne per assistere al festival e, nel contempo, trascorrere un rilassante week-end nella salubre e verdeggiante Valle Caudina, intorno alla ricettività e alle eventuali sistemazioni disponibili (alberghi, agriturismi e campeggi convenzionati).
Per contattare il servizio accoglienza: tel. 3476881245 / facilities@interferenze.org

Interferenze è un evento prodotto da Interzona – Associazione Culturale Caudina in collaborazione con il Comune di San Martino Valle Caudina, supportato dalle seguenti istituzioni:
Regione Campania, Provincia di Avellino, Provincia di Benevento, Comunità Montana del Partenio, Università di Salerno – Dip.Scienze della Comunicazione, Ambasciata di Finlandia, Ambasciata di Norvegia, Ambasciata di Svezia, Forum Austriaco di Cultura, Goethe Institut, British Council, Istituto Konstnärsnämnden (Stoccolma), MIC (Oslo). L’ingresso e la partecipazione a ciascuna delle tre giornate sono gratuiti.

Per ulteriori informazioni: www.interferenze.org – interferenze@interferenze.org – tel. 3294154488 ufficio stampa: pressoffice@interferenze.org – tel. 3394819510

sabato 3 settembre 2005. Letture: 2983.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie