Attualità - Cervinara. L’assessore Perrotta: siamo attenti al Forum giovanile. Il bilancio di fine estate e le iniziative

Foto Cervinara

Con la conclusione di CiaoEstate2007, a Cervinara, si tracciano i bilanci delle attività svolte e si rilancia la politica attraverso i partiti.
Abbiamo intervistato l’assessore alla cultura Orazio Perrotta dell’Udeur che ha commentato la manifestazione di musica, cultura e arte chiarendo, inoltre, la situazione del nascente Forum dei Giovani e delle aggregazioni giovanili.

Vice sindaco Perrotta, un suo giudizio finale su CiaoEstate2007.
“Il mio parere è sicuramente positivo perché c’è stata una grande affluenza di pubblico e quest’anno la rassegna CiaoEstate è stata farcita da una serie di eventi di carattere culturale. Per il futuro andremo avanti in questa direzione. Sono state fatte delle cose di grande livello a partire dalla seconda edizione dell’opera in Piazza fino ad arrivare al premio a Pironti, un grande uomo di cultura. Per di più la Pro Loco “Angelo Renna” ha allestito un ottimo evento, ossia il concorso estemporaneo per artisti, denominato Cervinarte, dedicato ad un nostro caro concittadino scomparso, Nicodemo De Vito. Siamo soddisfatti della grande cornice di pubblico presente alle serate di musica etnica e popolare e agli spettacolari concerti dal vivo degli Almamegretta, di Gigi Finizio, Eugenio Bennato ed Enzo Avitabile. Senza tralasciare la distribuzione delle serate in tutte le frazioni, in modo tale da coinvolgere tutta la cittadina. Continueremo su questa strada finché la gente gradisce, fino a quando i commercianti guadagnano ed i turisti si divertono”.

Tutti attendono l’ufficializzazione del Forum dei giovani e delle aggregazioni giovanili. Quando partirà la nuova struttura che potrebbe colmare le distanze tra i giovani e le istituzioni?
“Noi abbiamo approvato un regolamento comunale ed un regolamento in consiglio comunale che prevedono un sistema di elezione diretta dei vari componenti. Nel più breve tempo possibile dobbiamo scegliere due strade. Una è quella di convocare la riunione delle associazioni ed avere un loro giudizio, vedendo se ci sono le condizioni per cambiare il regolamento, oppure diffondere un manifesto pubblico e far partire le elezioni in base al regolamento approvato. Sto valutando la disponibilità per un incontro con le associazioni per vedere se è possibile trovare soluzioni alternative. Se le associazioni sono di parere contrario a questo regolamento vedremo, perché già su qualche articolo, pubblicato proprio dal Corriere dell’Irpinia, alcuni esponenti hanno detto che noi privilegiamo il politichese e le parti politiche. Non è affatto vero, tant’è che il Forum è un organismo per i giovani e sarà gestito da loro. Un’amministrazione che va in senso contrario non l’istituisce proprio, visto che non è un organo obbligatorio. Noi crediamo in questa istituzione, abbiamo dato nel regolamento una serie di obiettivi che si dovrà porre il Forum dei Giovani, insieme con l’amministrazione e le altre forze sociali del paese, per poter affrontare le problematiche reali dei giovani cittadini cervinaresi. A breve risolveremo la questione per il bene di tutta la comunità”.

Valerio Criscuoli, Corriere dell’Irpinia 17/09/2007

lunedì 17 settembre 2007. Letture: 5751.


Commenti

  1. cervinareseSTUFO ha detto:

    La rovina del nostro paese sono tutti quelli come te che ci governano… VIA DAL COMUNE, PAGNOTTARI del beep..

  2. Sampei ha detto:

    Ma basta con queste marchette all’amministrazione! Ciao estate e’ una manifestazione inutile e costosa! Questa gente si e’ accorta che l’unico patrimonio che ha cervinara sono le montagne e stanno andando in cenere? Si e’ accorta della discarica chiamata zona industriale? Associare il termine cultura a questi figuri e’ una bestemmia!

    Se poi consideriamo colui che ha prodotto la marchetta e’ anche uno degli ideatori della CMC possiamo dire che siamo proprio alla frutta! Fate un favore a cervinara, ritiratevi!

  3. Libertà ha detto:

    “Sono state fatte delle cose di grande livello” (Orazio Perrotta). Azz! Chissà perché per quelli dell’Udeur le solite sagre e pizze piene sono “cose di alto livello”…

  4. Gigi ha detto:

    La manifestazione “Ciao Estate” andrebbe anche bene e migliorata nel senso di ottenere la maggiore soddisfazione della gente con il minor costo, ma vengono prima le cose più importanti.
    Quando si fanno queste manifestazioni, è giusto rendere anche il paese accogliente per i turisti e di certo non così. Es. le strade di periferie sono piene di immodizia per non parlare delle strade tutte dissestate.
    Nella villa comunale si spendono sempre soldi per migliorarla ma senza apposita sorveglianza per contrastare il vandalismo; inoltre la gente di Cervinara deve cambiare in quanto non è molto ben vista in valle caudina; deve essere più gentile, simpatica, meno politicante e invadente. Deve educare meglio i loro figli che rischiano di diventare una generazione cervinarese arrogante e con vivo senso di disprezzo come i loro padri.
    La gente deve essere incentivata a spendere di più nel proprio paese e non altrove e solo così aumenta la ricchezza di un paese; come pure alcuni imprenditori residenti che hanno possedimenti nella zona industriale, devono fare la loro parte evitando di schiavizzare i propri concittadini che prestano la loro opera nella loro azienda.

    Uno di Cervinara.

  5. carmine ha detto:

    però quante è bell a parlà. Uscite dai tuguri e dimostrate all’atto pratico i vostri sani ideali;che se sani, penso, incontreranno il conseso della massa che a sua volta sarà educata sotto questi principi, permettendoci quindi di formermare una società cervinarese più nuova, più educata, più civile, PIU’.

  6. Sampei ha detto:

    Carmine, ma come puoi lontanamente sperare di migliorare il tuo paese con una manifestazione del cazzo? Ci sono problemi ben piu’ urgenti da affrontare e ogni anno aumentano… e per te qual e’ la risposta? Una bella festa di paese che dissangua le casse comunali ma che da tanta visibilità a chi ci amministra!!!

    Ma vedi o non vedi in che paese di merda vivi? Vedi o non vedi qual e’ il grado culturale dei tuoi compaesani?
    Governati da amministratori fermi agli anni 80, con intere famiglie disposte a dare voti per questo o quel “pusticiello” ma quali sani ideali vuoi “dimostrare”?

    Nella valle caudina, in provincia di avellino ci schifano tutti e, non so se te ne rendi conto, HANNO RAGIONE. Cosa credi? che si salva cervinara con una INUTILE E PACCHIANA festa di paese? Oppure collaborando con una proloco il cui presidente firma i comunicati stampa con “Dott. blablabla”??

    Ma davvero credi che un cinquantenne con la seconda residenza a Ceppaloni possa realizzare un “forum dei giovani” serio e non politicizzato? Ma fammi il piacere!

  7. Gigi ha detto:

    Caro Carmine,
    Gli ideali oggi non servono più;
    la società è fatta da uomini e ognuno deve fare la propria parte soprattutto in famiglia;
    non basta uscire dai tuguri;
    Il sindaco deve fare il sindaco, il vigile deve fare il vigile, l’operatore ecologico deve fare l’operatore ecologico, i genitori devono educare bene i figli e così via;
    O credi che oggi basta andare in piazza e dire :
    “io faccio .. io faccio … io faccio.. gli altri non fanno.. ecc..” ?
    Ci vuole collaborazione di tutti per sanare una società malata ed è fondamentale anche il supporto di una buona classe dirigenziale (non voglio dire politica perchè chi fà politica non cura gli interessi della gente) ma dove sta ?
    Basta vedere le liste di tutti gli schieramenti delle ultime elezioni e come sempre !
    Tutti componenti avevano un comune denominatore : interessi privati;
    Anche i prestanomi hanno degli interessi !
    Dai tuguri quindi, bisogna uscirne tutti insieme ma solo la parte sana del paese.
    Già se pensi che una persona va casa per casa chiedendo il voto la dice lunga.
    Le persone coerenti doverbbero essere in questo caso due :
    Uno è colui che non si presenta a casa degli altri a chiedere voti in quanto se ritiene di essere una persona perbene e a modo, non né ha bisogno e la controparte (il privato cittadino) che lo vota solo se se lo merita e non perché spiccica paroloni dall’alto a destra e sinistra.
    Spero di aver chiarito il senso e forse un pò di quello che sta cercando di far capire Beppe Grillo alla gente; anche se sono convinto di Grillo in Italia ce ne sono tanti.
    Saluti

  8. cERVINARA ha detto:

    sAMPEI SEI DAVVERO CATTIVO…CHE C’ENTRA IL GIORNALISTA? lUI LAVORA…ED IO LO RISPETTO…

  9. carmine ha detto:

    caro sampei, forse mi sono spiegato male, io intendo e comprendo solo quelli che scendono in campo apportando, la loro, ventata di novità e che educano le masse secondo quei principi sacrosanti di lealtà, collegialità, responsabilità.Sai, se segui le vicende del forum, certo saprai della polemica nata con l’assessore con doppia cittadinanza, questo non per pubblicità ma solo per affermarti che PIACERI NON NE FACCIO.
    sono d’accordo che i prblemi sono altri, qui ti faccio un esempio che vale anche per gigi. Peppe grillo fino a quando non ha riunito in piazza 300.000 persone chi, politico, se lo cacava? NESSUNO…… se non pochi sensibili cittadini.Ora dico questo per farvi capire che se a sbaniare e solo giovanni, nicola e francisco, ma chi vuoi che li ascolti? Se invece sono giovanni, nicola e francisco,luca, sampei, gigi,carmine ecc…sai che casino ti creano. Ritornando a grillo qualcuno mi dira ma se era 300.000? qualcuno lo ha cacato? e posso essere pure d’accordo, ma vi faccio riflettere sul fatto che al caro peppe è costato anni di dura fatica e di puro isolamento, e qui che voglio arrivare potete trovare un qualsiasi si voglia colpevole in ogni cosa ma finche questo cancro non verrà rimosso farà marcire tutto, e come ogni cancro ha bisogno di cure lunghe e faticose, si, ma anche di tanta voglia di estrapolarlo.

  10. Gigi ha detto:

    Caro Carmine tu hai ragione !
    bisogna unirsi e fare lotta, ma unirsi per davvero … es. quando si fanno le elezioni, non ammucchiarsi con gente che hanno la fabbrichetta, sono amici di politici ecc. bisogna presentare liste civiche; MA CIVICHE DAVVERO ! e non con mele marce all’interno.
    Ti dirò di più : mi hanno sempre proposto di scendere in campo e avrei fatto come tu dici : uscire dai tuguri, ma poi che senso aveva se nella coalizione c’è gente falsa, arrogante, ecc. ? Ho preferito starmene da parte.
    Oggi la gente è abituata a passeggiare per Cervinara (come del resto dappertutto..) a braccetto con l’imprenditore che ha la fabbrichetta pur sapendo che tratta da schiavi i propri operai, con l’amico del politico pur sapendo che è ghiotto di interessi e così via.
    Bisogna che la gente eviti tutto questo sin dall’inizio e non solo durante le elezioni.
    Per me uno che imbroglia, sfrutta, coltiva interessi propri a discapito degli altri è una persona vile e da tenere lontano.
    Invece no… oggi succede il contrario ! Per esempio c’è gente che si sente gratificata se passeggia con un mafioso della zona. QUESTO BISOGNA CAMBIARE !
    Solo allora si potrà ragionare e cambiare.
    Pertanto, alle prossime elezioni, facciamo fiorire liste civiche di giovani o di persone semplici, coerenti e conoscono i veri bisogni della gente, volenterosi di cambiare la realtà a Cervinara.
    Quelli che vengono a casa durante le votazioni, “cacciamoli via”; non hanno bisogno di chiedere il voto se non hanno degli interessi da coltivare e meritano, perchè la gente perbene li voterà e… li dobbiamo votare.
    Quando il paese è invaso da immondizia, strade rotte, servizi non funzionanti, zone periferiche trascurate, andiamo a protestare e non stare zitti come le pecore e con timore. Non facciamo vincere il clientelismo.
    Tutti paghiamo le tasse e chi governa e ha chiesto il consenso per farlo, deve sapere che ha dei doveri rispetto al popolo e deve capire che è per il bene comune.
    Mi auguro che quando si voti la prossima volta si apra un blog per Cervinara e si parli di programmi, di nuove scelte, di persone che hanno idee concrete da mettere in pratica e dare un calcio definitivo a questa classe dirigenziale che inquina la società di Cervinara.
    Anche quando si va in un negozio di Cervinara il negoziante, deve essere gentile, cordiale e sorridente nei confornti del cliente perchè grazie a lui che in quell’istante tiene in viata la sua attività.
    Invece… se ci fai caso… vai a comprare anche uno spillo e magari ti fanno la faccia “storta”; ti sembra nulla, ma fa parte anche questo di una mentalità meschina e disprezzante.
    Saluti.

  11. carmine ha detto:

    Una soluzione io l’ ho trovata:scegliersi con alcuni fidati amici le persone che andranno a completare la lista

Commenti

commenti