Attualità - AIROLA. I COMMENTI ALLA SERATA FINALE DEL IV CONCORSO “CITTA’ DI AIROLA”

Foto Airola

ANNA IZZO. Appena terminata la quarta edizione del Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola“, il direttore artistico prova a tracciare un primo bilancio della manifestazione: “E’ chiaro che la crisi ha colpito duramente l’Italia e il Sud in particolare. Nonostante questo, l’aumento delle iscrizioni al Concorso testimonia che, lavorando duramente per un evento, si può offrire ad Airola una prospettiva di crescita culturale, turistica, umana”, ha dichiarato Anna Izzo, presidente dell’Associazione Culturale Musicale “Mille Note” che organizza la rassegna. Izzo ha ringraziato la Giunta comunale, presente al completo in platea, che ha offerto al “Città di Airola” un significativo supporto logistico ed economico nonostante i tagli al bilancio: “Ho avvertito finalmente la giusta sensibilità verso questa manifestazione che in pochi giorni porta ad Airola eccellenti talenti del canto lirico, del pianoforte, della musica leggera, delle orchestre e dei solisti delle scuole medie”.
SINDACO. Raggiante il sindaco di Airola, Michele Napoletano: “Grazie ad Anna, si migliora l’immagine di Airola a livello nazionale. Attorno al “Città di Airola” vogliamo costruire un progetto complessivo di valorizzazione artistico-culturale della nostra città. Il nostro obiettivo è rafforzare l’identità airolana del Concorso, proiettandolo nello stesso tempo verso una dimensione sempre più internazionale”.
PACO RUGGIERO. Pasqualino Ruggiero, tra i più fervidi sostenitori della manifestazione, ha partecipato al Concorso nella triplice veste di vicesindaco, assessore alla Cultura e giurato della Commissione per la sezione “Scuole Medie ad Indirizzo Musicale” (in quanto pianista, cantante e compositore): “Viste le presenze di quest’anno, possiamo parlare di un laboratorio per la circolazione e il confronto delle culture musicali. Da parte nostra, destineremo quante più risorse, umane e finanziare, per contribuire al suo miglioramento progressivo”.
MOSCATO. Pasquale Moscato, in rappresentanza della famiglia Moscato, unendosi al ricordo di uno dei pilastri della musica sannita, il M° Rino Maione, recentemente scomparso, getta un ponte tra passato e presente: “Grazie all’assiduo lavoro del M° Izzo, Airola continua ad essere terra fertile per accogliere pianisti e musicisti di alto profilo, proseguendo nella tradizione di uomini come i maestri Francesco Moscato e Rino Maione”.

lunedì 4 giugno 2012. Letture: 1081.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie