Attualità - Asse attrezzato Paolisi- Pianodardine. La vertenza sul finanziamento si sposta a palazzo Caracciolo

Foto Paolisi

Venerdì 27 ottobre alle 12 e 30, i sindaci dei comuni irpini della Valle Caudina, il presidente della comunità montana del Partenio e quello dell’Asi di Avellino, saranno ricevuto in modo istituzionale, a palazzo Caracciolo, dalla presidente della provincia Alberta De Simone.

Scopo dell’incontro uno solo: quello di convincere l’ex deputata diessina ad inserire il finanziamento dei due ultimi lotti dell’asse attrezzato Paolisi-Pianodardine come infrastruttura primaria delle opere pubbliche provinciali. Il vertice a palazzo Caracciolo è direttamente consequenziale a quello avuto dai rappresentanti caudini a palazzo Santa Lucia con gli assessori regionali De Luca e Cascetta. Sono stati proprio loro ad effettuare questa richiesta perché sino ad oggi la strada a scorrimento veloce non figura in quelle priorità, anzi, c’è il serio rischio che nonostante sia l’unica opera pubblica irpina la cui progettazione è stata ultimata ed è stata approvata dalla a legge obiettivo, possa essere cancellata dalla programmazione stato- regione e provincia.

In realtà un primo tentativo in questo senso è stato già fatto e forse è stato evitato dalla caparbietà del presidente dell’Asi di Avellino, Pietro Foglia, il quale ha denunciato pubblicamente l’ennesimo scippo che si stava perpetrando ai danni della Valle Caudina. All’allarme di Foglia è seguita l’immediata mobilitazione dei rappresentanti istituzionali caudini che, prima si sono incontrati tra loro, poi si sono recati in regione ed ora, si apprestano ad incontrare la De Simone.

La realizzazione della strada a scorrimento veloce sarebbe di grande importanza per due motivi. Innanzitutto realizzerebbe un accesso veloce e meno tortuoso tra i comuni caudini ed il capoluogo di provincia, abbattendo un isolamento anacronistico. E poi perché la strada una volta ultimata renderebbe veramente appetibile la zona Asi di Cervinara che da quando è stata realizzata non ha mai suscitato interesse esterno ad imprenditori del posto. Il primo lotto, quello che da Paolisi arriva sino a San Martino Valle Cauidina è stato ultimato circa 16 anni fa, il secondo che arriva sino a Roccabascerana entro sei mesi sarà terminato. Il terzo che porta la strada ad Altavilla Irpina potrebbe essere finanziato con i residui di spesa delle opere pubbliche regionali. Resterebbe solo il quarto lotto da finanziare, quello che arriva a Pianodardine. E questo si può ottenere solo con l’intervento serio della provincia di Avellino.

Fonte: Retesei

giovedì 26 ottobre 2006. Letture: 2061.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie