Arte e Cultura, Attualità, Politica - Associazioni riunite, confronto sul pianeta giovani a Cervinara. L’incontro culturale “Giornali e ideali” organizzato dalla Comunità Militante Caudina 451

Foto Cervinara

L’incontro culturale dal titolo “Giornali e Ideali”, organizzato dalla Comunità Militante Caudina 451, ha centrato l’obiettivo prefisso, ossia sensibilizzare le istituzioni verso le problematiche del mondo giovanile cervinarese.
Hanno preso parte all’interessante serata, oltre agli esponenti della Cmc 451, i responsabili delle associazioni culturali “La Quarta Stella”, de “La Valle”, che hanno dichiarato di essere pronti a lavorare al progetto, denominato Spazio Sociale, lanciato all’indomani del fallimento della manifestazione di febbraio contro l’energizzazione dell’elettrodotto Matera- Santa Sofia di Maddaloni.
Inoltre, sono intervenuti, impreziosendo i lavori, Claudio Simeone, ex presidente del Centro Sociale Impronte e webmaster del portale vallecaudina.net, Francesco Viola, presidente del circolo della Margherita“A. De Gasperi” e del bollettino “La Piazza”, Angelo Vaccariello, dell’Azione Cattolica San Auditore e animatore del foglio parrocchiale “In Cammino”, Aniello Casale, presidente dell’ACR “San Potito Martire” e gli ambientalisti dell’Ekoclub International Cervinara. In seguito sono giunti il Sindaco Franco Cioffi, della Margherita e l’assessore Mario Picca dei Democratici di Sinistra, che erano impegnati a Montesarchio per fare il punto sul Centro Medico di primo soccorso, ideato e proposto da Ugo Esposito, della Cooperativa Sociale “Maccacaro”.
Da rilevare la presenza di giovani militanti da tutta la Campania, infatti, hanno sostenuto l’iniziativa Marina Simeone dell’associazione culturale beneventana dedicata al compianto Generoso Simeone, i militanti del Fiamma Tricolore di Napoli, attivisti giunti da Avellino e Ginevra Croce, presidentessa di AN Montesarchio.
La Cmc 451 si è dichiarata soddisfatta della serata culturale e tramite le colonne del nostro quotidiano ringraziano tutti i presenti, che hanno popolato la Sala Convegni di Via Macello e lanciano qualche frecciatina agli assenti: “Siamo entusiasti della dialettica che si sviluppata nelle due ore e mezzo di dibattito. Questo era il nostro intento, ossia riflettere sui fallimenti e successi del passato per poi lanciare la nostra iniziativa, aperta a tutti lo ricordiamo, Spazio Sociale. Siamo amareggiati dell’assenza della Pro Loco Angelo Renna, per un semplice motivo. Ieri abbiamo richiesto alle Istituzioni locali di poter intitolare la Sala Convegni alla memoria di Nicodemo De Vito, una persona che a nostro parere ha fatto tanto per la giovane Cervinara e purtroppo ci ha lasciato qualche mese fa”. Infine i militanti 451 hanno sollecitato, la pulizia della base di marmo della Statua dedicata ai Caduti in Villa Comunale ricevendo risposte positive, però legate al macchinoso iter burocratico. La piaga del vandalismo, la mancanza di strutture sportive per la pallavolo, e non solo, e la prossima edizione di “Ciao Estate” hanno creato un vibrante botta e risposta tra il Sindaco Cioffi e la platea, rivelando la totale apertura del Primo Cittadino alle richieste dei giovani cervinaresi.

Fonte: Corriere dell’Irpinia, 11/06/2007

martedì 12 giugno 2007. Letture: 2959.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie