Attualità - Benevento. Il Movimento Difesa del Cittadino al fianco dei pendolari della Benevento-Napoli via Valle Caudina

Foto Valle Caudina

Il Movimento Difesa del Cittadino chiede una maggiore attenzione delle istituzioni sui disagi dei pendolari della Metrocampania nord est ex Ferrovia Alifana Benevento Napoli. Ritardi, pulizia, mancanza di controlli sui macchinari, mancanza di informazioni e persino di risposte ai reclami degli utenti, questi per l’associazione di consumatori i nodi che la società deve avere finalmente il coraggio di affrontare.

Per quasi un mese la linea è stata interrotta per una frana tra Benevento e Tufara Valle con ritardi per il trasbordo dai 10 ai 15 minuti al giorno. Il Movimento ricorda che solo nel mese di Dicembre il treno che doveva partire da Napoli alle 18 e 28 è partito alle 20.00 con quasi un ora e mezzo di ritardo. Nessuna risposta scritta al reclamo dei viaggiatori inoltrato il 6 dicembre è mai pervenuta né l’azienda ha pensato di rimborsare i biglietti o fornire un bonus ai malcapitati.

Per l’Associazione dopo la stangata degli abbonamenti mensili aumentati della percentuale stratosferica del 20% nello scorso mese di Agosto, i pendolari hanno diritto a servizi erogati secondo standard di qualità certificati. Il Movimento sta valutando l’opportunità di interessare la società di certificazione di qualità della Metrocampania nord est, per capire quali siano gli standard utilizzati. Non convince in particolare il sistema di inoltro e risposta ai reclami, tra l’altro effettuato ancora attraverso moduli datati della vecchia ferrovia Alifana e Benevento-Napoli srl. Neppure su internet vi è traccia di un sito dove reperire informazioni e quant’altro attiene ai servizi della azienda.

La cosiddetta customer satisfaction decantata dalla Metrocampania nord est ad un recente convegno organizzato dall’Università degli studi del sannio e AMTS è oggi solo sulla carta, mentre l’azienda si guarda bene dall’interpellare le associazioni dei consumatori. Il Movimento Difesa del Cittadino ha chiesto formalmente alla Metrocampania la pubblicazione e la diffusione della propria carta dei servizi obbligatoria, che dovrà essere sempre disponibili a tutti i viaggiatori che la richiedono.

Fonte: Retesei

lunedì 23 gennaio 2006. Letture: 2144.


Forse ti possono interessare anche queste notizie