Attualità - Cervinara. Bandita la gara di appalto per la demolizione dei ruderi di Ioffredo

Foto Cervinara

Finalmente, a quasi nove anni dall’evento franoso, i ruderi che si trovano alla frazione Ioffredo di Cervinara di fronte alla chiesa di San Nicola di Bari, saranno abbattuti.
Il comune ha bandito la gara di appalto che sarà espletata entro la prima decade del mese di maggio. A Ioffredo, anche se faticosamente, la vita è ripresa ma le macerie di quelle abitazioni sono rimaste una sorta di blocco anche psicologico per l’intera frazione mentre il resto del paese sembra aver metabolizzato la vicenda e se ne ricorda solo in particolarissime occasioni.
I problemi, quelli veri, sono rimasti solo per quelle famiglie che hanno dovuto abbandonare le loro case ed attendono che vengano ricostruite a valle del paese, in via San Marciano, dove esisteva un campo prefabbricati. Faticosamente queste famiglie hanno raggiunto un accordo con il comune ed hanno, quindi, ceduto l’area di sedime.
A questo punto l’amministrazione comunale può dare il via agli abbattimenti anche se la zona necessita di un intervento complessivo per la sua riqualificazione. L’abbattimento dei ruderi è solo un primo passo importante ma se non ci saranno degli interventi strutturali frutto di un serio progetto la frazione rischia seriamente la desertificazione. Sarebbe ora che la vicenda Ioffredo diventi di interesse collettivo e non materia da agitare esclusivamente in campagna elettorale. La questione della frane e tutti gli impedimenti che sono sorti dopo quel tragico dicembre del 1999, hanno condizionato l’intera storia recente del centro caudino.
Ma gli anni passano ed i problemi restano. Sono stati necessari più di otto anni prima di arrivare all’abbattimento dei ruderi se è questa la tabella di marcia solo i nostri pronipoti potranno scrivere la parola fine su quell’evento luttuoso.
Fonte: Retesei

martedì 22 aprile 2008. Letture: 2620.


Forse ti possono interessare anche queste notizie