Attualità - Cervinara. Cioffi: “Bene l’approvazione del piano commerciale, adesso mano al Piano urbanistico. Vogliamo rilanciare lo sviluppo del paese”

Foto Cervinara

CERVINARA – Dopo l’approvazione del piano commerciale (“Siad”) l’amministrazione comunale cervinarese guarda avanti. E all’orizzonte, per il nuovo anno, ci sono una serie di sfide i8mportanti che determineranno il futuro della cittadina caudina.
A tracciare un bilancio di quanto finora fatto e di quanto resta ancora da fare, è il sindaco Franco Cioffi. Che ad “Ottopagine” dice: “L’approvazione del piano commerciale ratificata in consiglio comunale – esordisce – è molto importante, dal momento che il Siad è uno strumento necessario per l’ente e che finalmente è stato licenziato in via definitiva. E questo grazie al voto della quasi totalità dei consiglieri comunali, esclusi quelli di “Verità e Rinnovamento”. Una conferma dell’importanza del provvedimento che abbiamo adottato”.
Le opportunità per i commercianti cervinaresi sono molteplici, ed il primo cittadino caudino ne è consapevole: “Questo strumento – prosegue – permette anche di regolamentare lo sviluppo futuro di un settore strategico per Cervinara come appunto il commercio”. E’ la prima volta che il comune di Cervinara potrà contare su un piano commerciale definitivo, dopo essere rimasto dalle più importanti rotte del commercio che hanno fatto tappa soprattutto verso la confinante cittadina sannita di Montesarchio. “Fino ad oggi ci sono stati dei ritardi- riprende Cioffi – ma ci siamo focalizzati sull’argomento e l’abbiamo approvato in tempi velocissimi. Adesso, è tempo di rivolgere la nostra attenzione ad un altro argomento importante come il Puc”.
Si tratta del secondo grave problema che ha sempre contraddistinto il comune caudino, che da decenni ha fatto affidamento al solo piano di fabbricazione, e che ha consentito uno sviluppo certamente non omogeneo delle opere urbanistiche. “Anche il piano urbanistico comunale – spiega il sindaco – dovrà essere redatto in tempi brevissimi, e contiamo di approvarlo nel giro del primo semestre dell’anno. Anche da questo punto di vista, per il comune di Cervinara si tratta di una “prima volta”. Ma non va dimenticato – conclude orgogliosamente Cioffi – che nel giro di questi mesi sono stati approvati anche diversi regolamenti comunali in grado di rendere più snella e facile la vita della comunità su aspetti anche spinosi. L’attenzione della maggioranza è rivolta soprattutto a questi strumenti che Cervinara non ha mai avuto e che hanno frenato il nostro sviluppo”. Adesso, si stanno gettando le basi per recuperare il tempo perduto.
Giovanbattista Lanzilli
Fonte: Ottopagine

sabato 31 dicembre 2005. Letture: 2346.


Forse ti possono interessare anche queste notizie