Attualità, Elettrodotto - Cervinara dà vita all’Osservatorio Permanente per l’Ambiente. Elettrodotto, la mobilitazione si trasferisce a Maddaloni

Foto Cervinara

Dopo le ultime vicissitudini sul fronte ambientale, che hanno caratterizzato Cervinara e la Valle Caudina, il Comune caudino ha dato vita all’Osservatorio Permanente per l’Ambiente. La nuova istituzione comunale ha come obiettivo il monitoraggio costante del territorio sulle problematiche legate alla tutela dell’ambiente.

L’assessore all’Ambiente, Mario Picca dei Democratici di Sinistra, è il punto di riferimento per l’organo consultivo che sarà convocato due volte all’anno per valutare insieme agli altri enti ed associazioni le modalità d’azione a difesa del territorio. L’Osservatorio sarà, quindi, convocato nei mesi di Giugno e Dicembre in modo tale da avere un quadro completo sotto tutti i punti di vista, sia organizzativo che burocratico. Inoltre, sono stati invitati a partecipare all’iniziativa tutti i gruppi consiliari, i partiti, il Comitato per la tutela della Valle Caudina, organizzazione che è animata da tutte le associazioni culturali e giovanili. Ecco le dichiarazioni del diessino Picca dopo il corteo cittadino riuscito a metà, che ha suscitato molte discussioni di piazza: «Credo che la mancata riuscita della manifestazione sia da imputare all’organizzazione frettolosa e alla sfiducia della popolazione verso queste problematiche. Comunque, un risultato importante è arrivato, proprio in questi giorni. Le istituzioni locali hanno stabilito, insieme ai responsabili della Terna S.p.a. e dell’Arpac, ossia l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania, che la linea “Matera-Santa Sofia” dovrà essere costantemente controllata in modo tale da verificare che non si superi la soglia di tollerabilità, per garantire sostanzialmente trasparenza nei confronti dei cittadini».

La mobilitazione, tra l’altro, non si è arenata. Giunge da Madddaloni, in provincia di Caserta, l’appello di Don Matteo Coppola, parroco della parrocchia di Santa Sofia, l’area direttamente attraversata dai tralicci. Il sacerdote, addirittura, nell’omelia domenicale ha benedetto la mobilitazione del Comitato di via Cancello che conta già 2500 aderenti. Il prete ha chiesto inoltre una mano al Comitato cervinarese, che oggi dovrebbe presenziare con una delegazione.

Valerio Criscuoli, Corriere dell’Irpinia 17/02/2007

sabato 17 febbraio 2007. Letture: 2710.


Forse ti possono interessare anche queste notizie