Attualità, Elettrodotto - Cervinara dà vita all’Osservatorio Permanente per l’Ambiente. Elettrodotto, la mobilitazione si trasferisce a Maddaloni

Foto Cervinara

Dopo le ultime vicissitudini sul fronte ambientale, che hanno caratterizzato Cervinara e la Valle Caudina, il Comune caudino ha dato vita all’Osservatorio Permanente per l’Ambiente. La nuova istituzione comunale ha come obiettivo il monitoraggio costante del territorio sulle problematiche legate alla tutela dell’ambiente.

L’assessore all’Ambiente, Mario Picca dei Democratici di Sinistra, è il punto di riferimento per l’organo consultivo che sarà convocato due volte all’anno per valutare insieme agli altri enti ed associazioni le modalità d’azione a difesa del territorio. L’Osservatorio sarà, quindi, convocato nei mesi di Giugno e Dicembre in modo tale da avere un quadro completo sotto tutti i punti di vista, sia organizzativo che burocratico. Inoltre, sono stati invitati a partecipare all’iniziativa tutti i gruppi consiliari, i partiti, il Comitato per la tutela della Valle Caudina, organizzazione che è animata da tutte le associazioni culturali e giovanili. Ecco le dichiarazioni del diessino Picca dopo il corteo cittadino riuscito a metà, che ha suscitato molte discussioni di piazza: «Credo che la mancata riuscita della manifestazione sia da imputare all’organizzazione frettolosa e alla sfiducia della popolazione verso queste problematiche. Comunque, un risultato importante è arrivato, proprio in questi giorni. Le istituzioni locali hanno stabilito, insieme ai responsabili della Terna S.p.a. e dell’Arpac, ossia l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania, che la linea “Matera-Santa Sofia” dovrà essere costantemente controllata in modo tale da verificare che non si superi la soglia di tollerabilità, per garantire sostanzialmente trasparenza nei confronti dei cittadini».

La mobilitazione, tra l’altro, non si è arenata. Giunge da Madddaloni, in provincia di Caserta, l’appello di Don Matteo Coppola, parroco della parrocchia di Santa Sofia, l’area direttamente attraversata dai tralicci. Il sacerdote, addirittura, nell’omelia domenicale ha benedetto la mobilitazione del Comitato di via Cancello che conta già 2500 aderenti. Il prete ha chiesto inoltre una mano al Comitato cervinarese, che oggi dovrebbe presenziare con una delegazione.

Valerio Criscuoli, Corriere dell’Irpinia 17/02/2007

sabato 17 febbraio 2007. Letture: 2514.


Commenti

  1. il difensore ha detto:

    Voglio rivolgermi a voi per denunciare il disordine nella villa comunale, ho già scritto delle lettere sia alla C.M.C. sia al sindaco. I giovani dei due movimenti mi hanno risposto dicendo che avrebbero preso provvedimenti e avrebbero riferito al sindaco ciò che ho scritto rilegando la mia lettera, ma più ne siamo meglio è, l’unione fa la forza, quindi impegniamoci tutti insieme per difendere il nostro amato paese, ho modificato più volte la lettera ogni volta che cambiava il mittente ma il succo lo capirete. queste sono le parole che ho scritto ai vari mittenti, voi siete gli ultimi a cui i sto rivolgendo(per ora):
    Mi rivolgo a voi per denunciare il disordine che c’è nella villa comunale di Cervinara, la raccolta delle firme da parte del C.M.C. per la pulizia del monumento ai caduti in guerra non è servita a niente, la statua non solo continua ad essere sporca ma, peggio ancora, continua ad essere sporcata e sempre di più. La maggiora parte delle firme che dovevano essere raccolte per ripulire la statua, si trovano invece sulla statua stessa. Quindi, è inutile raccogliere le firme dei cittadini, poichè sono i cittadini stessi ad infangare la nostra villa ed il nostro paese. Avevo deciso di rivolgermi direttamente a lei, ma essendo un semplice cittadino, e volendo rimanere anonimo(almeno per adesso) ho deciso di rivolgermi a movimento sociali come l’Area Critica Comunista e la Comunità Militante Caudina Ma il caso della statua è la cosa meno grave, in quanto è solo un offesa morale, mentre ci sono situazioni peggiori da affrontare, che disturbano la quiete dei cittadini: prima di tutto, nella villa non dovrebbe essere permesso giocare a pallone, molte volte è accaduto che la palla uscisse dalla villa e colpisse le automobili, oppure che colpisse qualche persona anziana che si trovava a passare nella villa.
    Di pomeriggio, in estate, sia bambini che ragazzi più grandi fanno giochi fastidiosi, assurdi e a volte pericolosi, ad esempio, oltre al pallone, il più innocuo è quello dei palloncini d’acqua, che lanciandoseli addosso, possono colpire chiunque si trovi a passare.
    Ma il gioco degli “innocui” palloncini d’acqua, non sono niente messi a confronto con quelli che sto per dirvi:Nella villa giocano lanciandosi addosso le pigne cadute dagli alberi,giocano lanciandosi addosso dei sassi,e addirittura è accaduto che si lanciassero addosso bottiglie di vetro. A questo punto, credo sia inutile raccogliere firme perchè i cittadini affermano”il primo a farlo sono io” . Noi vogliamo essere liberi giusto? quindi voglio citarle, signor sindaco, questa frase”La libertà finisce quando inizia quella degli altri”, ma se la libertà di questi vandali non avrà limite, la nostra non avrà mai inizio. Vogliamo essere liberi di passeggiare in villa senza aver paura di essere colpiti da qualche oggetto. Detesto vedere deriso il nostro paese da programmi satirici come “striscia la notizia” .Tocca a noi cambiare le cose, dimostriamo che siamo in grado di risolvere questi problemi, prima che sia troppo tardi, prima che qualche povero cittadino finisca all’ospedale. Le consiglio di assumere dei guardiani, più di due magari, in modo che facciano a turno, e che non usino metodi estremi e violenti, e che magari ad un certo orario la villa venga chiusa,( più tardi per l’estate) perché non resisto più a vedere panchine distrutte e cesti dell’immondizia capovolti, questo è solo uno dei tanti problemi del paese, e credo sia quello più semplice da risolvere
    State certi che se nessuno prenderà provvedimenti, io di certo non mi arrenderò.
    Le porgo i miei cordiali saluti.
    Un comune cittadino
    il difensore

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie