Attualità - Cervinara. In arrivo la sosta a pagamento in centro

Foto Cervinara

Oramai è una questione di giorni. Sta per partire a Cervinara una vera e propria rivoluzione del traffico cittadino. Nell’area centrale del paese, quella a maggiore vocazione commerciale, che va da via Roma, comprende piazza Trescine ed arriva alla fine di via Carlo Del Balzo, verrà introdotto lo strumento della sosta a pagamento.

Parcheggiare l’auto per mezza ora costerà trenta centesimi, per un’ora cinquanta. Tempo ancora qualche giorno ed il dispositivo entrerà in vigore. Insomma i tempi della sosta selvaggia e dei parcheggi lunghi intere giornate sono finiti. La giunta Cioffi ha preso questa decisione per cercare di andare incontro alle giuste esigenze dei commercianti della zona che varie volte hanno denunciato la pessima abitudine di lasciare l’auto in sosta diverso tempo senza un ben preciso motivo. Per regolare la sosta stanno per essere stampati dei grattini che poi verranno dati in vendita agli stessi operatori commerciali. E si sta predisponendo l’adeguata segnaletica sia verticale che orizzontale.

Il rispetto delle regole verrà garantito dall’impiego dei dieci lavoratori socialmente utili in forza al comune che a breve seguiranno un corso che verrà loro impartito dal comandante della polizia municipale, Ricci. E chi pensasse di far ricorso al giudice di pace se dovesse essere multato farebbe un grave errore in quanto tutta la zona predisposta dal parcheggio a pagamento ha intorno parcheggi gratuiti solo che per arrivare al centro sarà necessario fare qualche passo. A dare man forte ai lavoratori socialmente utili e agli stessi vigili urbani, a breve arriveranno degli ausiliari del traffico. L’amministrazione ha, infatti, bandito un concorso per assumere temporaneamente 21 ausiliari da usare sette al mese, per il periodo di giugno, luglio ed agosto. Insomma, finalmente, dovrebbe terminare un’anarchia automobilistica che a Cervinara durava da troppo tempo.

Fonte: Retesei

mercoledì 30 maggio 2007. Letture: 1742.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie