Attualità - Cervinara. L’amministrazione pensa all’istituzione di un museo sul risorgimento

Foto Cervinara

CERVINARA – L’amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Franco Cioffi mette a segno un importante punto nel corso del proprio cammino.
Nell’ultimo consiglio comunale, infatti, gli amministratori cervinaresi oltre ad approvare il bilancio di previsione relativo all’anno in corso (con il voto contrario dei due gruppi di minoranza, “Verità e Rinnovamento” e “Unione Democratica per Cervinara”), hanno anche approntato tutta una serie di regolamenti.
Che fanno pari con quelli già approvati nei mesi scorsi, specialmente in materia di inquinamento elettromagnetico e di sviluppo commerciale. In aula nei giorni scorsi sono passati anche altri regolamenti, tra cui quello sulla polizia urbana per la gestione dei servizi da effettuare sul territorio. Insieme ad un altro relativo alla Tassa sui rifiuti solidi urbani, che prevede una serie di agevolazioni e modalità di calcolo differenti per la Tarsu che i cittadini sono chiamati a pagare.
Ma non finisce qui. L’amministrazione comunale di centrosinistra ha infatti evidenziato chiaramente che nei propositi per l’immediato futuro c’è anche un progetto culturale di livello, quale l’istituzione di un museo del Risorgimento, uno dei periodi storici più importanti del nostro Paese.
Allo stato attuale, si tratta solamente di una ipotesi, visto che bisognerà soprattutto i fondi regionali per la sua istituzione. Al progetto stanno lavorando di comune accordo l’amministrazione comunale, l’“Associazione del fante” con sede a Napoli e quella prestigiosa delle guardie del Pantheon a Roma.
“Stiamo cercando di assemblare queste iniziative – ha detto ad Ottopagine il vicesindaco Orazio Perrotta – per l’istituzione di un museo che avrebbe certamente un grande valore storico”.
Giovanbattista Lanzilli
Fonte: Ottopagine 07/04/2006

martedì 11 aprile 2006. Letture: 1605.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie