Attualità, Politica - Cervinara, l’Area Critica contesta: nascita a fungo di associazioni locali

Foto Cervinara

Cervinara – L’Area Critica Comunista della Valle Caudina, tramite Luca Servodio, Componente del Direttivo del Circolo Territoriale del Partito della Rifondazione Comunista di Cervinara ed Altavilla Irpina, ci ha rilasciato una lunga intervista che chiarisce la situazione dei comunisti caudini.
Ecco cosa le lotte e le iniziative politiche culturali, che Area Critica difende, ossia i problemi relativi alla nostra comunità: occupazione, specialmente giovanili, problemi ambientali, come le discariche e amianto, rilancio delle zone montane, il piano urbanistico generale per porre fine al caos urbanistico che da oltre vent’anni paese attanaglia il paese di Cervinara.

Come si sta sviluppando il vostro percorso politico, alla luce dell’adesione al programma dei comunisti uniti?
Il nostro cammino continua a pieno regime con incontri, dibattiti e confronti con compagni di diverse correnti. Il percorso ha interessato ogni parte del nostro territorio.
L’auspicio che il processo si caratterizzi per la capacità di promuovere una riflessione autocritica sulle ragioni per quali un’esperienza promettente come quella originaria della “rifondazione comunista” non sia stata capace di costruire quel Partito Comunista di cui il movimento operaio ha bisogno, sulle ragioni che hanno reso inadeguato il radicamento sociale e di classe dei partiti che provengono da quella esperienza, sugli “errori” commessi durante la partecipazione ai diversi governi di centro-sinistra, che hanno deluso le aspettative del popolo.Come militanti di Rifondazione Comunista, componenti dell’area “L’Ernesto”, siamo coinvolti in un congresso straordinario che deciderà le sorti del PRC. Siamo impegnati a contrastare nel nostro partito ipotesi comunque motivate di liquidazione o snaturamento del progetto originario di ricostruzione di un forte Partito Comunista in Italia, nato nel 1991, dopo lo scioglimento del PCI.

Ci sono schiarite sul fronte ambientale? Quando avrà vita il tanto atteso osservatorio ambientale?
La questione ambientale viene affrontata saltuariamente, o forse non proprio affrontata. In data 19 giugno 2008 è stata convocata la seduta ordinaria dell’Osservatorio Ambientale:si è discusso, ma niente di operativo, in quanto, erano presenti cinque persone. L’elemento importante della decisione, accettato dai presenti,è stato quello di riconvocare l’osservatorio in tempi brevi e farlo diventare operativo anche con l’adesione di solo tre o quattro partiti, associazioni, etc. A conclusione posso affermare, senza ombra dubbio, che pur cambiando le persone, la musica è sempre la stessa “stonata”.

Come vedete la situazione associazionistica cervinarese, anche perché abbiamo Ciao Estate 2008 alle porte?
L’associazionismo deve rappresentare un elemento importante di crescita culturale e umana sia per i giovani che impararono a relazionarsi e mettersi in discussione tra loro e rispetto alla morfologia del territorio, sia per la classe dirigente. Nel nostro comune sono presenti un numero elevato di associazioni culturali, politiche, cattoliche che rappresentano un elemento positivo per quella crescita culturale. Tale crescita può avvenire solo con l’elaborazione di un programma annuo, che ogni associazione costruisce, integrando e sviluppando iniziative con le altre. L’ elemento negativo, è dato, dalla nascita a fungo di associazioni che nel periodo estivo si propongono solo per avere contributi per manifestazioni senza finalità. Per costruire quella integrazione e sviluppo di iniziative comune, che prima affermavo, è anche compito dell’ Assessore alla cultura e alla spettacolo di scegliere e investire su manifestazioni capaci di attrarre turisti e di promuovere la crescita del nostro territorio.

Infine, quali saranno le prossime iniziative promosse dall’Area Critica Comunista “L’Ernesto”?
Nostro principale obiettivo è fare in modo che si rivaluti la parola politica nell’accezione più ampia del termine, ossia designare le misure per rispondere a specifici problemi pubblici anziché privati. Visto che nel nostro Paese la politica ha raggiunto il vertice più alto della vergogna e dell’incapacità dei partiti politici bisogna riprendere un nuovo agire politico dare risposte alle aspettative dei cittadini. L’Area Critica Comunista “L’Ernesto” continua la sua pratica politica in molte direzioni:Abbiamo creato un circolo territoriale del PRC Cervinara – Altavilla Irpina, dopo lo svolgimento del congresso di circolo che ha visto l’elezione a segretario Nicola Servodio e l’entrata negli organismi direttivi del circolo di nuovi giovani: Alessandro Carofano, Francesco Iuliano e Francesco Giglio di Cervinara e altri componenti di Altavilla Irpina. Nei prossimi mesi, inaugureremo una sede nel Comune di Cervinara, aperta a tutti i comunisti e antifascisti. La costruzione del “Cantiere comunista” a livello caudino, provinciale, regionale e nazionale. Contribuendo, nel nostro piccolo, alla costruzione di un Partito comunista di massa capace di organizzare lotte, promuovere conflitti, sviluppare movimenti, radicato nella società e nel mondo del lavoro e culturalmente autonomo dalle ideologie dominanti.

Valerio Criscuoli, Corriere dell’Irpinia 22/07/2008

mercoledì 23 luglio 2008. Letture: 2997.


Commenti

  1. mister x ha detto:

    luca, vai a lavorare e non rompere i coglioni con queste stronzate

  2. rotondese ha detto:

    Come al solito i comunisti non si smentiscono mai.
    Bravo mister x hai centrato il problema .
    Certa gente non ha mai fatto una mazza nella loro vita e cercano di rompere le scatole a quei pochi che hanno voglia di fare qualcosa.
    Una volta i comunisti si promuovevano come i paladini dei lavoratori, oggi che stanno scomparendo dalla scena politica sia locale che nazionale non fanno altro che rimpiangere vecchie ideologie che hanno distrutto diverse generazioni.
    Basta con il vostro falso buonismo, basta con il vostro essere a favore dei più deboli, basta con la vostra arroganza di essere superiori a tutti.
    Capacitatevi, quelle poche persone che vi seguivano, erano talmente disperate che pur di aggrapparsi a qualcosa per sopravvivere credevano nel vostro sogno.
    Purtroppo per voi anche questi hanno capito che oramai è ora di andare a lavorare.
    Finitela di difendere i lazzaroni, ormai è arrivato il tempo della MERITOCRAZIA.

  3. rese ha detto:

    cose da pazzi di Salemme insegna.

  4. umberto ha detto:

    Passano gli anni e la caduta culturale e l’intelligenza dei giovani, aumenta come i cumuli di rifiuti. Oggi in questa nostra Italia sappiamo solo offendere persone che credono ancora, nel bene e nel male ad un idea.
    Mister X quando lei fa delle affermazioni deve firmare con il suo nome (dimostra la sua mancanza di coraggio). Prenda di esempio il giovane Servodio – lei ripeto condividendo o non condividendo – ha il coraggio di non nascondersi dietro nomi per criticare e affermare la propria idea.

  5. rotondese ha detto:

    O capito la propria idea.

    Ma sei daccordo che questa idea di Servodio oggi non serve più, caro Umberto?

    Magari andava bene trent’ anni fa ora per cortesia cercate di non peggiorare la situazione in un paese dove regna un’anarchia assoluta.

    Fatevi una ragione “compagni” la vostra idea è rimasta solo un’ illusione.

  6. mister x ha detto:

    signori qui stiamo parlando di un fottuto paese del cazzo (cervinara) dove i più ricchi e potenti si sono sempre professati e ancora si professano “compagni”. vedi ing. Simeone – ing. Esposito ecc…. ma quale ideologia e ideale, caro umberto…
    ma per cortesia!!!!!
    Il caro vecchio compagno Nicola(padre di Luca) è una vita che va criticando l’amministrazione Cioffi. ma ogni qualvolta quest’ultimo gli ha promesso un’assessorato, nicola ha messo da parte ogni ideale ed è corso come un cagnolino ad appoggiare il sindaco.
    la verità è che ne abbiamo le palle piene.
    questi giovani sono peggio dei vecchi

  7. Sampei ha detto:

    I giovani sono figli di piecuri e ben difficilmente avranno una mentalità degna di un paese civile. C’e’ anche da dire che le associazioni cervinaresi, politiche e non, sono lo specchio di questa realtà. Gente pronta a fare interviste o a farsi intervistare senza avere NULLA da dire. Ma d’altronde cosa si puo’ dire dato l’infimo livello culturale?

    Triste e’ poi vedere gente che corre ancora dietro a ideologie per cui l’ultimo dei piecuri e’ uguale al migliore degli scienziati.

  8. gianni mauriello ha detto:

    Ma non erano scomparsi?
    Ritornate nelle tane!!!
    Il letargo e’ iniziato e questa volta….sara’ eterno!!!

  9. carmine ha detto:

    per sampei, dici:I giovani sono figli di piecuri e ben difficilmente avranno una mentalità degna di un paese civile, Questo può significare solo due cose, o sei uno di quei sessantottini a cui dico vaff. per tutto quello che da loro ho ereditato, e cioè niente. O semplicemente sei il tipico cervinarese che nell’anonimato pretende di giudicare e di essere sempre l’onniscienza. Un consiglio non fare come i comunisti che hanno giudicato tutti e tutto per poi trovarsi la dove erano quelli che giudicavano e hanno fallito miseramente, facendo di peggio. Non ti sta bene chi c’è? allora scendi in campo e manda via questi piecuri , come tu li definisci, se no, Taci e sprofonda nell’inferno dell’inutilità

  10. RM ha detto:

    Mentre altre nazioni fanno passi avanti, noi in Italia facciamo passi indietro.

    Basta con communisti e fascisti, non ne possiamo piu!

  11. mister x ha detto:

    esatto RM. La realtà e che questa suddivisione dx-sx – e stata creata apposta per prendere per il culo il popolo. in realtà esiste un solo centro di potere che manovra quello politico

  12. RM ha detto:

    Giusto Mr X, anche se non era proprio l’intenzione originale, i furbi senza umanita’ sanno sfruttare bene questa divizione di opinione, ormai fumo e specchi sono dapertutto, la massa e incolta, e la gente stupida va trattata come tale.

  13. riva ha detto:

    smettetela di giudicare e sminuire le masse; è stato l’errore più grande che abbiano compiuto i comunisti, e si e visto alla fine. la gente e come un bambino osserva e giudica senza aver bisogno di dimostrare nulla. Discorso non valido per gli abitanti della Valle.

  14. RM ha detto:

    Le masse sono controlate come le marionette, il giudizio se lo fanno fare, e dal giudizio vengono manipolati da ideologie diffetose, il discorso e valido per tutti, tu da questa realta’ non sembri essere scampato.

  15. riva ha detto:

    altro errore: , tu da questa realta’ non sembri essere scampato. fino a prova contraria io e te non ci conosciamo. Smettetela di fare i giudici di tutto. tanto il vostro giudizio vale quanto il due di coppe nel gioco della briscola.

  16. mister x ha detto:

    non si tratta di fare i giudici…egregio riva. qui si sta solo descrivendo quella che è la realtà dei fatti…

  17. RM ha detto:

    Di quale giudizio stai parlando?

  18. LUNA * ROSSA ha detto:

    FINALMENTE!

    KOMPLIMENTI PER LA DISKUSSIONE.

    IN BARBA A CHI VEDE UNA VALLE KAUDINA
    SPENTA
    MORTA
    INUTILE

    HASTA LA VICTORIA SIEMPRE!

    PS MEGLIO I FASCI CHE I KATTOLICI-FALSI MORALISTI-VERI BIGOTTI

    JSP MON AMOUR

  19. RM ha detto:

    Concordo con te, catto-communsti bigotti.
    Ma con i fasciti proprio no, oppure in caso contario gradisce un bel bicchire di olio di ricino?

  20. A S S A L T A N D O R I D E R E M O ha detto:

    E’ una sostanza davvero unica. Mentre molti conoscono il suo uso per la costipazione, i guaritori popolari di tutto il mondo lo hanno usato per trattare una grande varietà di malattie. La sua efficacia probabilmente è dovuta alla sua particolare composizione chimica.

    L’olio di ricino è un trigliceride dell’acido ricinoleico. Sembra che questo acido non si trovi in altre sostanze eccetto questa. Una così alta concentrazione di questo acido grasso è ritenuta responsabile delle sue notevoli proprietà curative.

    L’acido ricinoleico si è dimostrato essere efficace nel prevenire la crescita di numerose specie di virus, batteri, lieviti e muffe. Ciò dovrebbe spiegare l’alto grado di successo nell’uso topico dell’olio nel trattare malattie quali la tinea (causata da larve, vermi o funghi), cheratosi (malattie della pelle), infiammazioni cutanee, abrasioni, infezioni da funghi alle unghie, acne e prurito cronico.

  21. RM ha detto:

    Tipo di risposta piu o meno prevedibile. Mi piace la parola che hai usato:

    “A S S A L T A N D O R I D E R E M O”

    Si potrebbe definire tipico comportamento fascista, cinico, con disprezzo per l’umanita’, con tanto di aroganza e violenza, certo non vi chiamono fasciti per nulla hanno anche una ragione per farlo.

    E’ un bene che ogni persona si esprime come puo’ o come vuole compreso communisti, fascisti e quant’altri c’e’ ne siano con ideologie totalitarie, c’e’ ne per tutti i gusti.

    E mi piace ancora di piu la parola:

    “A S S A L T A N D O R I D E R E M O”

    Perche mi fa ricordare di un festino in cui ci si puo’ lascaire andare a varie folie.

    Il fatto reste che come tutte le feste prima o poi finiranno, per cui passata la sbornia bisognera’ fare i conti con i danni e le persone ferite con tanta voglia di sana vendetta.

    Il conto e’ sempre duro pagare, e’ puoi esserne certo che qui il diavolo e dio ti volteranno sicuramente le spalle, nessuno verra’ al tuo soccorso.

    La storia si ripete come un alta e bassa marea.
    E le persone che ridano di piu sono quelli che guardano.

    Grazie comunque per l’informazione sul olio di ricino il sapere e’ sempre utile.

    In bocca al lupo per i tuoi assalti, ricorda che secondo la tradizione: “E’meglio un giorno da leone che cento da pecora”.

    Ma secondo la mia filosofia: “E’ meglio un giorno da pecora e cento da leone”.

    Perche nella gionata di pecora puoi veramente conoscere il mondo e chi ti sta intorno, gli altri cento da leone per sfruttare l’esperienza.

  22. A S S A L T A N D O R I D E R E M O ha detto:

    Si potrebbe definire tipico comportamento fascista, cinico, con disprezzo per l’umanita’, con tanto di aroganza e violenza, certo non vi chiamono fascisti per nulla hanno anche una ragione per farlo.

    :) :) :) :)

    RM, per cortesia.

    disprezzo per l’umanità…
    IGNORANZA – INFORMAZIONE 1 a 0

    FASCISTA = IGNORANZA E VIOLENZA

    IGNORANZA – INFORMAZIONE 2 a 0

    La tua kultura antitolatitaria è a dir poco superficiale.

    Beppe Niccolai, un fascista “rosso” affermava:

    “Il neo-capitalismo ha stravinto la propria battaglia, ha criminalizzato le idee a vantaggio della scienza e della tecnologia”

    Ti consiglio, per il tuo bene, di non ragionare(?) per stereotipi artefatti e mistificatori.

    Quando le banche ti condanneranno all’usura legalizzata…rifletti, ribellati, reagisci.

    Sul conectto di violenza ti consiglio la lettura di Georges Sorel, “Riflessioni sulla Violenza”, un testo che è stato preso come base sia da Benito Mussolini sia da Vladimir Lenin.

    Per il resto le IDEOLOGIE non sono morte.
    Lo saranno quando tutti/e si inginocchieranno alla volonta’ di chi ti vuole trasformare in un mero consumatore, in un lavoratore flessibile, ma soprattutto in un verme senza etica e complice dei nuovi padroni del sistema.

    W IL COMUNISMO
    W IL FASCISMO
    morte al capitalismo
    morte alle banche

  23. RM ha detto:

    Quindi il tuo consiglio e, di non ragionare.

    Prendero’ ragionevolmente in considerazione la sua suggestione, nel contempo devo prendere alcune decisioni per cui al momento ho bisogno di ragionare, e per questo motivo devo mettere la sua richiesta da parte per il momento.

    Posso scrivere “considerazione” Konsiderazione?

    Perche forse se emulo qualche sua abitudine potra’ forse riKonsiderare qualche mia idea?

    Nel tuo elenco di Kriminali ti sei dimentiKato l’erario, sai Kuelli che fanno la Kollezione per i burocrati / politici, cosi spartisKono tutto quello che prendono per i loro amici e interessi.

    Forse preferisci che la Kollezione delle tasse sia fatto in modo piu dittatoriale Khe adesso, Kome se ora non bastano.

    Quindi se ho Kapito bene tutti i mali seKondo te stanno nelle banKhe e nel Kapitalismo?

    No?

    Non hai tutti i torti ma nemmeno tutta la ragione.

    Intanto, visto Khe questi sono i suoi nemici, Kosa fai per disturggerli?

    Hai almeno optato di non andare a lavorare e non usare denaro per proKurare i tuoi beni, tanto per inKominciare?

    Oppure preferisci essere un dipendente di stato con uno stipendio da uno stato dittatoriale?

    I dependenti delle dittature si sono sempre lamentati stipendi da fame, perche dovrebbe Kambiare ora? Intanto guarda al lato positivo, se non vai a lavorare la fame la farai ugualmente, tranne sei non sei un capitalista, bancario oppure politico Khe odia se stesso.

    Comunque se a te non piace il denaro devi inventare un nuovo metodo di retribuzione, hai fantasia, forse nel prossimo futuro avremo bordelli di stato Kosi possono pagarti in natura, Khe bella Kosa.

    Komunqe nel Kontempo che le Kose Kambiano, posso participare ad un tuo eventuale sciopero del sistema, non partecipero’ attivamente, ma nel Kontempo posso fare delle donazioni come vestiario e qualcosa da mangiare, lo Konsidero Kome un investimento nel futuro del mondo(scusa la parola investimento, si, lo so, dovrebbe essere vietato).

    Komunqe grazie per il suo suggerimento su Georges Sorel sara la mia prossima lettura dopo quella del mio nuovo bellisimo librio sulla vita e pensiero di Aristotele.

    Trovo cosi gentile il suo suggerimento Khe sento l’obbligo di ricambiare, per cui suggerisco Khe si legge “The 48 laws of power” scritto da robert green e joost elffers.

    Anticipo la legge numero 27:
    Play on peoples need to believe to Kreate a Kultlike following.

    Forse questo sara il tuo Kapitolo preferito.

    Di nuovo grazie, i suoi post li trovo interessanti, continua il buon lavoro.

    PS: Il ragionamento su questo commento e’ stato ridotto al minimo per far prevalere il ragionamento degli altri.

  24. A S S A L T A N D O R I D E R E M O ha detto:

    RM,

    credo che non sia importante l’uso della K o dell W.
    Non è quello il problema.

    Sì, le banche sono il male assoluto, per il semplice motivo che sono gestite dalla “casta”.

    In poche parole io gradirei una Banca Nazionale e non una struttura di usurai legalizzati.

    Ora vado di fretta…

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie