Attualità - Cervinara. Protestano i lavoratori del consorzio Bn 2

Foto Cervinara

Passaggio dal contratto part time al tempo indeterminato e rinnovo parco mezzi, sono le motivazioni alla base dei sit in (ai comuni di Cervinara e Pannarano) organizzati dai lavoratori del Consorzio smaltimento rifiuti Bn2.

“Da tempo – spiega Antonio Tizzani della Fp Cgil – stiamo portando avanti una contrattazione in sede prefettizia nella quale chiediamo, in particolare, il passaggio del contratto part time da 30 ore settimanali a quello a tempo indeterminato con 36 ore settimanali”. Le prime 30 ore sarebbero a carico del Commissariato per la gestione dell’emergenza rifiuti, mentre le altre sei dovrebbero essere versate dal Consorzio. “Questo è possibile perché abbiamo ottenuto la gestione del servizio di raccolta integrata anche in altri comuni. In questo modo il lavoro è aumentato, e anche gli introiti, quindi l’estensione del contratto a nostro avviso è possibile”. Altro motivo di discussione il parco macchine. “Va rinnovato almeno in parte. Sia perché alcuni mezzi già sono datati, sia perché con i doppi turni accade che i veicoli non siano già lavati per l’inizio del turno mattutino con conseguenti ritardi nel servizio. L’acquisto di qualche veicolo eviterebbe questi problemi”. Già giovedì (dovrebbe esserci l’incontro in Prefettura) la situazione si potrebbe sbloccare: “attendiamo di essere convocati per quest’incontro. Finora non abbiamo avuto alcuna risposta, e a questo punto vogliamo che l’azienda chiarisca il suo punto di vista, sia se positivo, sia se negativo, altrimenti saremo costretti ad organizzare altre iniziative di protesta”.

Fonte: Retesei

mercoledì 2 agosto 2006. Letture: 2078.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie