Attualità - Il 4 Novembre in Valle Caudina. Lungo la storia Cervinara ricorda

Foto Valle Caudina

Cervinara– La manifestazione in ricordo dei Caduti nelle guerre mondiali e l’ottantottesimo anniversario della vittoria nella Grande guerra del 1915-18 ha riscosso un’ottima cornice di partecipanti, soprattutto giovani.
Le studentesse e gli studenti della Scuola Elementare “Clino Ricci”, della Scuola Media “ Francesco De Sanctis”, della ITCG e del Liceo Classico “ Luigi Einaudi” di Cervinara hanno sfilato in corteo, con in testa i Tricolori, da piazza Trescine fino in Via Roma per confluire in Villa Comunale, dove le Istituzioni locali, guidate dal Sindaco Cioffi della Margherita e dall’assessore alla Cultura Orazio Perrotta dell’Udeur. Hanno poi deposto una corona di alloro sotto il Monumento ai Caduti, la “Madre degli Eroi” e ricordato l’Evento con un toccante discorso sulla Patria che ha riscosso uno scrosciante applauso dalla platea. Presenti alla commemorazione anche gli esponenti della locale Associazione Arma Aeronautica, la delegazione Monarchica delle Guardie d’Onore al Pantheon, in divisa ufficiale, l’avvocato Mariolino Picca dei Democratici Sinistra, Pellegrino Casale di Forza Italia, Enzo Cioffi responsabile dell’associazione culturale Nonsolorock, Nico Casale e Filuccio Tangredi della Margherita e i giovani della Comunità Militante Caudina 451, l’Ekoclub, la Protezione Civile e tutte le Forze dell’Ordine che operano sul territorio. Assente alla cerimonia Alleanza Nazionale. Inoltre sono state esposte, dal Cavalier Mike Ruotolo, tantissime foto sulla storia di Cervinara. La mostra ha destato l’interesse di cittadini accorsi per onorare la memoria dei Caduti, visto che sono stati immortalati i momenti salienti del passato politico cervinarese. Partendo dalla vecchia piazza Trescine con la Casa del Fascio fino ad arrivare ai giorni nostri. Nelle foto d’epoca si potevano ammirare i politici dei ieri giunti nel centro caudino per le campagne elettorali di un tempo. Ecco un elenco dei personaggi più famosi: il Senatore a vita Giulio Andreotti, l’On. Fiorentino Sullo e l’On. Ciriaco De Mita ai tempi della Democrazia Cristiana, l’On. Bettino Craxi del Partito Socialista Italiano, un giovane Antonio Bassolino all’epoca sotto il simbolo della Falce e Martello del P.C.I., oggi Governatore della Regione Campania. Infine hanno destato amarezza le foto del terribile terremoto del 1980 e quelle più recenti della tragica alluvione 1999, che hanno colpito fatalmente la comunità cervinarese.

Valerio Criscuoli, Corriere dell’Irpinia 05/11/06

giovedì 9 novembre 2006. Letture: 2046.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie