Attualità - Montesarchio. Sindaci in campo per il presidio di primo soccorso

Foto Montesarchio

Continuano le iniziative del comitato Lina Maddaloni per l’istituzione di un posto di primo soccorso in Valle Caudina. Per venerdì prossimo, otto giugno, ci sarà la prima riunione di dieci sindaci del comprensorio che hanno aderito all’iniziativa, votata dai rispettivi consigli comunali.

La riunione è stata fissata presso l’aula consiliare di Montesarchio ed ha l’indubbio merito di mettere intorno ad un tavolo amministratori di territori contigui che, però, spesso non hanno un grande dialogo. A sospingere l’iniziativa dei primi cittadini sono le oltre 15 mila firme che i rappresentanti del comitato, guidati dal dottore Ugo Esposito, hanno raccolto in meno di sei mesi. Segno che il problema è veramente molto sentito.
Del resto tutti sanno che per raggiungere l’ospedale più vicino che è quello di Benevento, da qualsiasi comune della Valle ci si impiega non meno di 25 minuti. Il posto di primo soccorso, invece, dovrebbe nascere lungo la strada statale Appia che è baricentrica per tutti i comuni caudini.
C’è anche da sottolineare che da qualche mese è nato proprio lungo l’Appia, nel territorio di San Martino Valle Caudina, un eliporto grazie all’iniziativa di un imprenditore privato il signor De Mizio. L’eliporto potrebbe essere da valido supporto al posto di primo soccorso. Ma per ottenere questo risultato è necessario vincere le resistenze di due aziende sanitarie, l’Avellino 2 e la Benevento 1 e convincere due province, quella sannita e quella irpina.
Si tratta di una battaglia sacrosanta perché in ballo c’è la salute dei cittadini, una battaglia che per essere vinta ha bisogno dell’appoggio di tutti.

Fonte: Retesei

mercoledì 6 giugno 2007. Letture: 1600.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie