Attualità, Società - Polemica tra comitato e Pro Loco. La Comunità Militante Caudina 451 denuncia: sembrano voler egemonizzare

Cervinara – La Comunità Militante Caudina 451, organizzazione giovanile impegnata nella realtà sociale del territorio, rompe il silenzio e ci illustra la sua posizione sulle ultime vicende locali, denunciando un episodio sgradevole che, a giudizio dei militanti, può minare l’organizzazione interna del “Comitato permanente per la tutela della Valle Caudina”.
Alcuni delegati del coordinamento, al quale hanno aderito associazioni, movimenti, partiti politici e cittadini di tutte le fazioni politiche ed ideologiche, hanno partecipato ad un incontro organizzato a Maddaloni ma, Rosamaria Casale, vicepresidente ed esponete del direttivo della CMC 451, denuncia lo scarso coinvolgimento, nato dalla superficialità della Pro Loco “Angelo Renna”: “Né noi né i ragazzi e le ragazze de “La Fontana” di Ferrari, abbiamo ricevuto le direttive per partecipare, adeguatamente all’appuntamento che vedeva coinvolto il Comitato per la tutela della Valle Caudina a Maddaloni. La Pro Loco sembra voler egemonizzare il Comitato sorto, è bene ricordarlo, per difendere il diritto alla salute di tutti. Noi della CMC 451 siamo stati, nei nostri limiti, sempre pronti a dare una mano concreta a tutta la comunità cervinarese e non solo”.
I giovani militanti sono impegnati anche in ambito medico sanitario, infatti, sostengono il Comitato per il Centro Medico di primo soccorso lanciato dal dottor Ugo Esposito. “Abbiamo raccolto quasi 400 firme e per la nostra piccola realtà, nata da poco, è un risultato che ci inorgoglisce perché la problematica della malasanità in Valle Caudina è rimasta nelle mani di un coordinamento tra gli enti quasi inesistente e per troppo tempo è la disinformazione è stata totale in materia. In questo caso non c’è chiaro il comportamento del Comitato cervinarese, che ha anticipato la chiusura della raccolta firme una settimana prima del previsto lasciando molti cittadini con i moduli ancora da consegnare”.
La CMC 451, inoltre, ricorda loro l’esclusione dalla manifestazione “Natale 2006”. “Già allora venimmo in parte penalizzati da una loro dimenticanza. Ma non è possibile gestire un ente come la Pro Loco e dimenticare altre associazioni. Noi agiamo spinti solo dall’amore verso la nostra terra e siamo sempre disponibili a tutte le forme di dialogo costruttivo con tutti, anche con gi avversari. Però non tolleriamo più disattenzioni nei nostri confronti”.
Tra le altre cose circolano voci sulla nascita di un ennesimo comitato, stavolta contro l’amianto. “Da mesi sollecitiamo l’intervento delle istituzioni e qualcosa si sta muovendo. L’ Ecoclub International, sezione di Cervinara, ha fatto un prezioso screening sul problema e l’amministrazione, a quando sembra, sta lavorando sulla delicata questione. Non servono cento comitati, ma l’azione sociale diretta di chi vuole il bene di Cervinara”.
La ventisettenne Rosamaria Casale, in passato militante di Azione Giovani “Sergio Ramelli”, il disciolto nucleo della Destra Sociale e Nazionalpopolare, afferma a nome del movimento che “non prendiamo in considerazione la proposta del cambio di provincia da Avellino a Benevento. A nostro avviso è meglio lottare nel Capoluogo per ottenere spazi e visibilità che svendere la nostra storia. Bensì, sarebbe opportuno valorizzare tutta la Valle Caudina, oltre le divisioni di provincia dei versanti sannita ed irpino. Purtroppo, tutto è reso più difficile dalla frammentazione dei partiti, che nei vari appuntamenti elettorali favoriscono sempre l’interesse dei politicanti ai danni delle esigenze della popolazione”.
In conclusione la CMC 451 informa che è aperto il tesseramento per il 2007. Per gli interessati è disponibile l’indirizzo di posta elettronica cmc451@gmail.com dove poter contattare Roberto Grillo e Gianmaria Saviano, mentre tutti quelli che vogliono aderire ai vari comitati medico sociali, possono chiedere le dovute informazioni, tramite l’e-mail sopra citata, a Giovanni Spaziani. Per di più, a giorni, dovrebbe essere pronto anche il programma delle future attività del movimento giovanile e tra qualche settimana ci sarà l’ufficializzazione.

Fonte: Corriere dell’Irpinia 17/03/2007

sabato 17 marzo 2007. Letture: 2694.


Commenti

  1. Invece di fare attacchi codardi mezzo stampa, con polemiche spicciole alle quali siete abituati, cercate di fare qualkosa di costruttivo per il paese. Queste sono le battaglie per le quali vi impegnate? Attakki alle associazioni impegnate sul territorio? Bhe avete una bella politica, portatela avanti ke farete strada!

  2. Pontocampista ha detto:

    Ho visto per diversi giorni affisso nel portone della Pro Loco un volantino che invitava le altre associazioni a partecipare all’incontro di Maddaloni.
    Forse non l’avete visto, forse vivete da qualche altra parte, forse è solo il solito infantilismo invidioso delle associazioni caudine.

    Scusate, ma voi “militanti” della CMC perché aspettate che le altre associazioni come la Pro-Loco vi chiamino?
    Non potete essere voi a coinvolgere le altre associazioni nelle iniziative che portate avanti?
    Oppure tutto questo è solo un pretesto per mettersi in mostra?

  3. Nerone x Caligola ha detto:

    Caligola, ma chi diavolo sei?
    Io ho letto l’articolo e la CMC ha solo detto quello che tutti pensano.
    La Pro Loco è un circolo chiuso di quattro sfigati.

  4. artù ha detto:

    Da ciò che ho notato in questo sito la Pro-loco ha davvero tante persone che invidiano l’operato dei suoi soci..questo è un buon segno cari soci..continuate cosi..diceva Dante nella sua divina commedia”Non ti curar di loro ma guarda e passa…”

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie