Attualità - San Martino V.C.: “Dimissioni necessarie, ora la svolta”. Parla il vicesindaco dimissionario Lanzilli

SAN MARTINO V.C. – Rilanciare l’azione amministrativa e avviare un serio e costruttivo confronto interno al Partito Democratico. Sono queste le priorità che si è data la componente “ex-Margherita” al momento dell’apertura di una crisi che ha portato alle dimissioni del vicesindaco Giovanbattista Lanzilli e dell’assessore alla cultura e politiche sociali Pasquale Pisaniello. Sull’argomento interviene proprio Lanzilli, che spiega i motivi che l’hanno spinto ad abbandonare e al contempo traccia un quadro ben delineato di quello che sarà il prosieguo dell’attività amministrativa e politica.
“La decisione di dimettersi è stata presa in maniera congiunta con tutto il partito – esordisce –, al fine di avviare una seria verifica interna alla maggioranza e soprattutto per evitare strumentalizzazioni su un presunto problema interno alla Margherita. In realtà siamo compatti e decisi nel chiedere al sindaco una decisa sterzata amministrativa, così come anche una inversione di rotta nei processi costitutivi del Partito Democratico locale”.
Insomma, una doppia azione politico-amministrativa a distanza di sedici mesi dall’insediamento della compagine guidata dal sindaco Pasquale Ricci che va nella direzione di dare delle risposte concrete e soprattutto efficienti all’elettorato che ha dato fiducia alla lista di centrosinistra.
“In programma per la prossima settimana ci sono già una serie di incontri da portare avanti, dopo quello di giovedì sera che ha visto protagoniste le delegazioni consiliari e partitiche di ex Ds e Margherita. In quella sede – prosegue Lanzilli – sono state chiarite una serie di incomprensioni che hanno portato ad un “raffreddamento” da parte nostra, e che hanno dato inevitabilmente seguito a chiacchiere indiscriminate e senza controllo”. Il riferimento è al rapporto con i consiglieri di minoranza, così come anche alla condivisione piena e convinta degli obiettivi da portare avanti per il prosieguo dell’amministrazione e ad un più costante coinvolgimento del consiglio comunale, convocato troppo raramente e spesso su richiesta della minoranza.
“Certamente non saranno più possibili fraintendimenti o occasioni di divergenza come avvenuto in passato. L’obiettivo della crisi e del successivo chiarimento è quello di rilanciare con forza l’azione amministrativa e di farsi trovare pronti al prossimo appuntamento elettorale, a cominciare dalle provinciali”.
Ma l’occasione è utile anche per discutere dei risvolti politici della crisi: “Il Partito Democratico deve nascere senza sospetti, e soprattutto alla luce del sole, attraverso un confronto serio tra classi dirigenti. Quello che si deve evitare è una sterile lotta tra “signori delle tessere”, e garantire un forte ricambio generazionale così come già avvenuto nel consiglio comunale. Un partito forte, alle spalle di un’amministrazione che mi auguro finalmente coesa e unitaria, rappresenta senz’altro la migliore aspirazione possibile. In grado anche di intavolare discorsi di confronto, fin da subito e da posizioni di leadership – conclude Lanzilli – con le altre forze del centrosinistra che non possono non essere coinvolte nei processi decisionali, a cominciare da Sinistra Democratica”.

Fonte: Ottopagine 6 gennaio 2008

lunedì 7 gennaio 2008. Letture: 2333.


Commenti

  1. companeros ha detto:

    una curiosità…chi ha intervistato Lanzilli?

  2. Giovanbattista Lanzilli ha detto:

    Nessuna intervista…è un comunicato stampa diffuso e pubblicato anche da altri giornali e dalla tivvù.

  3. gianni mauriello ha detto:

    DIMISSIONI PER RILANCIARE L’AZIONE POLITICA DELL’AMMINISTRAZIONE?
    SOLO GIOCHI DI POTERE!!
    FACCIAMO CHE IL PD SI COSTITUISCA SENZA SOSPETTI E ALLA LUCE DEL SOLE?
    QUESTO SI CHE E’ RIDICOLO!!!
    LA COSA CHE MI FA RABBIA E’ CHE UN RAGAZZO INTELIGENTE E VOLENTEROSO COME LANZILLI DEBBA ESSERE TRASFORMATO IN UN BURRATTINO MANOVRATO A PIACIMENTO DAL CLAN DELLA MARGHERITA, PER I SOLITI SCOPI DI STAMPO BARONALE!!!
    SE LA GESTIONE DEL PD SARA’ COME LA GESTIONE DEI SOLDI DI LUCI E FALO, SIGNIFICA CHE STIAMO PER TORNARE AI TEMPI DEL…..LA PIETRA.!!!

  4. gianni mauriello ha detto:

    DIMISSIONI PER RILANCIARE L’AZIONE POLITICA DELL’AMMINISTRAZIONE?
    SOLO GIOCHI DI POTERE!!
    FACCIAMO CHE IL PD SI COSTITUISCA SENZA SOSPETTI E ALLA LUCE DEL SOLE?
    QUESTO SI CHE E’ RIDICOLO!!!
    LA COSA CHE MI FA RABBIA E’ CHE UN RAGAZZO INTELLIGENTE E VOLENTEROSO COME LANZILLI DEBBA ESSERE TRASFORMATO IN UN BURRATTINO MANOVRATO A PIACIMENTO DAL CLAN DELLA MARGHERITA, PER I SOLITI SCOPI DI STAMPO BARONALE!!!
    SE LA GESTIONE DEL PD SARA’ COME LA GESTIONE DEI SOLDI DI LUCI E FALO, SIGNIFICA CHE STIAMO PER TORNARE AI TEMPI DEL…..LA PIETRA.!!!

  5. gianni mauriello ha detto:

    HO SCRITTO DUE VOLTE IL MESSAGGIO PER AGGIUNGERE UNA L A INTELLIGENTE!!!
    COSA VOLETE, I TEMPI SONO DEL…LA PIETRA!!!!

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie