Attualità - San Martino V.C./ ESCLUSIVO Battaglia sull’antenna Wind, quando si dice l’efficienza: l’autorizzazione dell’Arpac concessa in sole 24 ore.

SAN MARTINO V.C. – Quando si dice l’efficienza. Si fa un gran parlare di ritardi, di “burocratese” e via discorrendo, ma San Martino ha avuto proprio in questi giorni la dimostrazione che talvolta le cose non vanno sempre per le lunghe. Peccato però che gli effetti di questa decisione-lampo stiano creando non poche preoccupazioni a una buona fetta della cittadinanza caudina.

Oggetto del contendere, l’installazione lungo Via Brecce di un’antenna per la telefonia mobile. Ad occuparsi dei lavori è la Siemens, per conto della Wind. E l’antenna proprio in questi giorni è stata eretta. “Ottopagine” è venuta in possesso degli incartamenti che ricostruiscono l’intera vicenda, fino agli ultimi scambi epistolari che hanno portato alla ripresa dei lavori. Il comune di San Martino e la Siemens sono arrivati anche alla battaglia giudiziaria, con una vittoria per l’ente caudino presso il Tar di Napoli ed una per l’azienda tedesca presso quello di Salerno. Ma un ruolo decisivo è stato giocato anche dall’Arpac, alla quale – come da prassi – è stato chiesto a più riprese un parere sull’opportunità o meno di posizionare l’antenna contesa che – come è stato già evidenziato da questo giornale nelle scorse settimane – sorge sul terreno di un imprenditore.

Dopo un lungo braccio di ferro, tra autorizzazioni concesse e poi negate, il 22 novembre scorso la Siemens propone un’integrazione della documentazione addotta dopo la sospensione dei lavori del 31 ottobre. Ed è proprio qui che l’Arpac, passate appena 24 ore, il 23 novembre dà il proprio parere favorevole alla sistemazione dell’antenna, numero di protocollo 188.
Giovanbattista Lanzilli
Fonte: Ottopagine

sabato 17 dicembre 2005. Letture: 2303.


Forse ti possono interessare anche queste notizie