Attualità - San Martino VC. La polizia locale istituisce un sito internet per la sicurezza stradale

Foto San Martino Valle Caudina

Un sito completamente diverso da tutti gli altri, realizzato dalla polizia locale di San Martino Valle Caudina e Roccabascerana, dedicato per intero alla sicurezza stradale. Chi visita e si iscrive al sito www.autoveloxvallecaudina.it può ottenere in tempo reale notizie su i servizi effettuati dai due corpi dei vigili urbani anche quelli riguardanti i controlli effettuati con l’autovelox lungo la strada statale Appia.

Diversi chilometri della statale, infatti, ricadono nel territorio dei due comuni ed i due comandi provinciali hanno ottenuto l’autorizzazione dalla prefettura per installare l’autovelox, ossia un dispositivo di controllo per la velocità. I giorni e gli orari in cui i servizi vengono effettuati sono indicati con grande rilievo perché lo scopo che si sono prefissi i due comandanti, Mauriello e Maffei, non è repressivo ma educativo.
Addirittura, iscrivendosi al sito, si possono ottener per email, tutte le notizie su i servizi predisposti. Il prossimo controllo con l’autovelox, ad esempio, verrà effettuato lungo la strada statale Appia nella giornata di domenica 30 settembre dagli agenti della polizia locale di Roccabascerana. Ma oltre a questi dispositivi, i due comandanti, hanno pensato ad una vera e propria campagna informativa in favore della sicurezza stradale. Una campagna informativa che dovrebbe partire nei prossimo mesi ed indirizzata soprattutto alle giovani generazioni. Si tratta di un’importante iniziativa per tentare di combattere i tantissimi incidenti stradali che, purtroppo, mietono numerose giovani vite

Fonte: Retesei

venerdì 28 settembre 2007. Letture: 2758.


Commenti

  1. ZioCiccio ha detto:

    Io non capisco l’utilità per le forze dell’ordine di far sapere agli automobilisti che c’è un autovelox sulla tale strada, il tale giorno, la tale ora.
    L’automobilista rallenterà solo nel tratto dove sa che c’è l’autovelox e poi riprenderà a correre sicuro che una volta scampato il pericolo di multe, non incontrerà più autovelox sul suo percorso.

  2. Leonardo ha detto:

    Lo scopo della polizia non è fare multe a raffica, altrimenti avvremmi i cimuni milionari e i cittadini con le tasche vuote.

    Lo scopo è prevenire che un automobilista superi i limiti di velocità.

    Non a caso quando ci sono gli autovelox, cè sempre un cartello che avvisa della sua presenza.
    A tal proposito ora a San Martino cè anche un sito web.

    Per educare gli automobilisti a una guida corretta e a rispettare i limiti ci sono altri escamotage, come i dossi artificiali rallentatori, semafori intelligenti che diventano rossi quando si superano i limiti, ecc….

  3. ZioCiccio ha detto:

    Leonardo, tu dici che “Lo scopo è prevenire che un automobilista superi i limiti di velocità.”
    Sono d’accordo, ma solo se lo scopo è prevenire il superamento dei limiti di velocità SOLO IN QUEL TRATTO DI STRADA.

    Ti faccio una domanda: secondo te, l’automobilista che va a Benevento e sa che dopo Tufara non ci sono più autovelox, cosa farà? Rispetterà il limite di velocità oppure accelererà cercando di recuperare il tempo che ha perso rallentando prima dell’autovelox?
    Se devi rispettare il limite, lo devi fare su TUTTO il percorso e non soltanto nei tratti DOVE SAI GIA’ che ci sono gli autovelox.
    E per fare questo, l’automobilista deve sapere che ci sono i controlli, ma non deve assolutamente sapere DOVE sono.
    Che poi i comuni guadagnino dall’indisciplinatezza dei guidatori, mi pare una ottima cosa.

  4. SdO ha detto:

    concordo con ziociccio,anzi potrebbe rivelarsi unarma a doppio taglio,poichè per recuperare il tempo perso in quel tratto di strada ove c’è l’autovelox,l’automobilista,sapendo di avere strada libera sarebbe sicuramente tentato ad pigiare l’accelleratore.
    Sarebbero utili più controlli a sorpresa,specialmente nei fine settimana nei pressi dei locali pubblici,con test alcoolici,e quant’altro sia a disposizione delle forze dell’ordine.
    Per quanto riguarda il discorso dei soldi che guadagnano i comuni dalle multe…credo sia giusto cosi, a patto che tale guadagno sia speso per il bene della comunità,in opere e non in festini e cazzate varie.
    …Ah..dimenticavo..e le multe facciamole a tutti…anche agli amici…..e parenti…se trasgrediscono il codice.

    Buona notte e buon fine settimana

    SdO

  5. Leonardo ha detto:

    Avete anche ragione, ma la legge impone i vigili o la polizia a segnalare le postazioni fisse degli autovelox.
    Ora una recente sentenza impone di segnalare anche le postazioni mobili.

    Insomma, sono obbligati a segnalare in che tratto cè l’autovelox.

  6. Euripido ha detto:

    volevo solo complimentarmi per la grafica del sito molto accattivanta

  7. elios ha detto:

    vorrei dire le multe servono solo per far fare soldi al comune così il sindaco,gli assssori ecc. hanno più soldi da rubare e spartire. A parte ciò va detto che la prevenzione dietro cui tuti si nascondono è sola una cazzata, vuoi fare attività di prevenzione la multa la devi contestare immediatamente altrimenti come fai ad educare l’automobilista se non sa di essere stato multato? Per questo la non contesatazione della multa è illecita e non riesce a compiere lo scopo di prevzione a cui è diretto. Ai vigli interessa fare i soldi e basta, e tutto è iniziato quando il governo Prodi ha iniziato a fare tagli ai comuni. Pensateci.

  8. Rocco ha detto:

    ……PERCHE’ non fare multe anche a coloro che stanno trasformando l’Asse Attrezzato Paolisi – San Martino in una discarica a cielo aperto? Io propongo l’installazione di telecamere per filmare gli inquinatori…….(da ciò si vede la civiltà di un popolo)

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie