Attualità - Valle Caudina. Il presidente dell’ASI Foglia: “L’asse attrezzato Paolisi- Pianodardine rischia di perdere il finanziamento”

Foto Valle Caudina

La Valle Caudina scippata. La Valle Caudina derubata, la Valle Caudina dimenticata. Non sappiamo più quali parole usare per denunciare la vicenda del mancato finanziamento dei due lotti della strada scorrimento veloce Paolisi– Pianodardine.

Già circa dieci giorni fa avevamo denunciato che nell’incontro a Napoli tra il ministro per le infrastrutture e la presidente della provincia,di Avellino Alberta De Simone, quest’ultima non aveva speso una parola per il completamento di un’opera che è stata già progettata ed approvata dalla legge obiettivo. Allora si era parlato di una semplice dimenticanza ma, purtroppo, non è affatto così e la conferma arriva dal presidente dell’Asi di Avellino, l’ingegnere, Pietro Foglia, il quale ieri si è recato a Roma dal sottosegretario del ministero dell’infrastrutture, Tommaso Casillo. Il rappresentante del governo Prodi gli ha rivelato che la strada a scorrimento veloce non è stata proprio proposta dal governatore della Campania, Antonio Bassolino, nelle opere pubbliche da finanziare. E che il ministero, che conosce il progetto, sarebbe disposto anche a versare il 40 per centro dell’importo totale se il resto lo versa la regione. Un fatto gravissimo soprattutto perché il termine ultimo per attenere il finanziamento dell’opera scade il prossimo 31 dicembre. Ma il presidente dell’Asi non sa a che santo votarsi. Gli amministratori locali non si interessano per niente alla vicenda, pensano solo ad ottenere delle misere prebende, i consiglieri e gli assessori provinciale è come se non esistessero, stessa cosa vale per i consiglieri regionali irpini. E’ una denuncia gravissima quella di Foglia perché se l’asse attrezzato non verrà completato le ultime speranze di sviluppo della zona saranno perse per sempre. Ma nessuno se ne rende conto.

Fonte: Retesei

sabato 14 ottobre 2006. Letture: 2151.


Commenti

  1. RM ha detto:

    Non abbiamo veramente perso niente, perche anche se viene realizzata verra’ fatta comunque male, quindi meglio non farla, ringrazio per l’opera che non si fara’.

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie