Attualità - VITULANO. VIII FOLK FESTIVAL, IL 24 AGOSTO CICCIO MEROLLA, IL 25 RAIZ & RADICANTO

Straordinario cast per l’ottava edizione del Vitulano Folk Festival, in programma nella cittadina sannita il 24 e 25 agosto. La Proloco di Camposauro, con il patrocinio del Comune di Vitulano e della Regione Campania, ha annunciato i protagonisti delle due serate, che avranno inizio alle ore 22.00 con ingresso libero, e si svolgeranno in Piazza Trinità a Vitulano (BN). La prima serata vedrà l’esibizione di Ciccio Merolla, musicista dal talento indiscutibile, tra i percussionisti-rapper più accreditati del panorama musicale italiano. Attivo da ormai vent’anni, dopo l’esordio con i Panoramics nel 1989, è diventato il percussionista di fiducia per tanti big della scena partenopea: Edoardo Bennato, James Senese, Marco Zurzolo e soprattutto Enzo Gragnaniello . Nel 2004 arriva il primo album solista “Nun pressà o’sole” (Taranta Power/Rai Trade, 2004), in cui le percussioni fondo ritmi etnici con funky, hip hop e techno. Nel 2008 pubblica il suo secondo album, “Kokoro”, e stavolta si lascia andare anche al canto rap. L’album ottiene significativi consensi tra pubblico e critica. Nel 2009 il brano “Femmena boss” diviene un videoclip con la regia di Toni D’Angelo premiato alla VI edizione di Roma Video Clip, ed entrato nella playlist di MTV.

Il giorno dopo sarà la volta del grande Raiz. Raiz, al secolo Gennaro Della Volpe, dal 1992 al 2002 è stato la voce solista di Almamegretta, collettivo italiano di ethnodub/electronica, con il quale ha registrato 7 album di grande successo internazionale nei club di tutto l’Occidente. Nel 2004 ha cominciato la carriera solista con “Wop” (Universal 2004), cui seguno “Uno” (Universal 2007) e “YA!”, prodotto da Bustin’Loose (il collettivo di produttori del progetto di pop/electronica Planet Funk). Ha registrato anche due album con Ashes, il progetto di Eraldo Bernocchi/Bill Laswell, “Corpus” (CNI 1996) e “Unisono” (Edel Italy 2006). A Raiz piace leggere, scrivere, studiare le lingue, recitare ( dal 2001 al 2005 è stato in tour con Cantieri Teatrali Koreja come attore nello spettacolo “Brecht’s Dance”,  musica originale di Kurt Weill rivisitata da lui insieme al compianto Pier Paolo Polcari). Ha interpretato il ruolo di  Moreno nel film di Ago Panini “Aspettando il sole” (2008) e Salvatore Vitiello nel “Tatanka scatenato” di Giuseppe Gagliardi (2011). Ha collaborato con molti artisti: Massive Attack, Leftfield, Pino Daniele, Adrian Sherwood, Gaudi, Eraldo Bernocchi, Bill Laswell, Stewart Copeland, Meditronica, Somma, Teresa De Sio, Luigi Cinque, Zion Train.

Il progetto culturale Radicanto, costituito in associazione, nasce per volontà di Giuseppe De Trizio nel giugno 1996 con l’intento di recuperare e riproporre in chiave originale le musiche tradizionali del sud Italia e dei sud del mondo, conducendole attraverso composizioni d’autore e miscellanee sonore capaci di unire passato e presente in un unico e cangiante insieme musicale.
In questi anni l’ensemble ha collaborato con alcuni dei maggiori esponenti della canzone popolare e d’autore italiana.

I Radicanto si distinguono per l’attività etnografica di ricerca musicale, per i loro numerosi concerti, ma anche per i lavori teatrali (con Compagnia Piccolo Teatro di Bari, Nuove Produzioni Spettacolari, Compagnia Piccola Ribalta, Anonima Gr) e cinematografiche (colonne sonore dei film ‘Mia figlia fa la madonna’, 2000, ‘All’alba saliremo il monte’, 2002; ‘La casa delle donne’ del regista Domenico Mongelli, 2003; ‘Dediche di un viandante del sud…il verso del nord’, Romeo Conte, 2003, ‘Il tramite’ 2004, di Stefano Reali). Partecipano, inoltre, alla colonna sonora dello spettacolo di danza ‘Savor Mediterraneo’ del coreografo Vittorio Biagi. Inoltre, i Radicanto, hanno partecipato a programmi e format radiofonici e televisivi: ‘Terre da Musica’, Rai Due, ‘Stereonotte’, Radio Uno, “La stanza della musica”, Radio Tre, ‘Notturno Italiano’, Rai International, ‘Tg3 Primo Piano’, Rai Tre, ‘Linea Blu’, Rai Uno. Nel 2006 il gruppo è finalista del Premio De Andrè, nel 2007 al Premio Musicultura, nel 2009 al PremioTenco. Dal 2008 Radicanto dirige la rassegna musicale “Di Voce in voce” presso l’Auditorium Diocesano La Vallisa di Bari, con il contributo del Comune di Bari e della Regione Puglia. I Radicanto hanno rappresentato l’Italia al “Festival Europeo del Cinema in Romania”, al “Festival dei Paesi del Mediterraneo”, al Vittoriano di Roma, scelti dal direttore artistico Vincenzo Mollica e al “Festival dell’arte Russa” a Mosca.

mercoledì 15 agosto 2012. Letture: 1340.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie