Cronaca - Airola. Diffamazione a mezzo Facebook, donna condannata

Una donna di Airola è stata condannata a due mesi e venti giorni di carcere dal Tribunale di Benevento per diffamazione, reato aggravato perché commesso a mezzo Facebook.
In presenza di aggravante dell’uso di un mezzo di comunicazione il giudice ha inflitto il carcere.
La pena è stata sospesa.
I fatti: la parte offesa, difesa dall’avvocato Anna Lisa Fucci, nel 2011 aveva ricevuto messaggi diffamatori da una persona che si qualificava con un nome falso. Dopo la querela, la polizia postale di Benevento, riuscì a individuare la vera autrice dei messaggi. La donna condannata ha patteggiato la pena di due mesi e venti giorni con il risarcimento delle spese legali per aver «postato» su Facebook frasi ritenute offensive e denigratorie. La pena è stata sospesa.

Fonte: Il Mattino
Foto: Licenza Attribuzione Alcuni diritti riservati a MoneyBlogNewz

martedì 11 dicembre 2012. Letture: 1446.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie