Cronaca - Avellino. Processo omicidio Marro: il pm Davino chiede l’ergastolo per Aniello Taddeo

Massimo della pena, ossia, ergastolo è la richiesta avanzata dal pm Davino della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli nei confronti di Aniello Taddeo. Si tratta del giovane di Cervinara alla sbarra presso il tribunale di Avellino nel processo per l’omicidio di Michelangelo Marro.

Il delitto avvenne a Cervinara, in via Vignoli, davanti alla villa dell’imprenditore italo- tedesco la sera del 13 febbraio del 1999. Per lo stesso omicidio, maturato nell’orbita del clan Bove – De Paola, smantellato con una serie di operazioni dalle forze dell’ordine alla fine degli anni novanta, è stato già condannato a 23 anni di reclusione lo zio di Taddeo, Antonio Bove.

A chiamare in causa il giovane cervinarese, che nel processo contro Bove non figurava sul banco degli imputati, come coautore del delitto, le dichiarazioni del collaboratore di giustizia, Giuseppe Frugiero. La parola mercoledì 18 gennaio, passa alla difesa, affidata all’avvocato Alberico Villani e poi ai legali di parte civile. Subito dopo, probabilmente nella stessa giornata dovrebbe essere emessa già la sentenza.

Fonte: Retesei

lunedì 9 gennaio 2006. Letture: 4193.


Forse ti possono interessare anche queste notizie