Cronaca - Benevento. Indagato il medico del Rummo che prestò le prime cure alla donna investita a San Martino

La procura della repubblica di Avellino ha iscritto nel registro degli indagati il medico del pronto soccorso dell’ospedale Rummo di Benevento che nella tarda serata di venerdì ha prestato le prime cura a Franca Cocozza la 66enne di San Martino Valle Caudina, investita in via Campanino.

La donna era deceduta dopo alcune ore dal suo arrivo in ospedale e subito dopo l’autopsia, il nome del medico è stato iscritto nel registro degli indagati insieme a quello del giovane che l’aveva investito. Per entrambi il reato ipotizzato è quello di omicidio colposo. Franca Cocozza era stata investita da una Golf mentre si trovava sul ciglio della strada a pochi metri dal bar tabacchi che si trova in quella zona. L’urto era stato violento ma la signora Cocozza era parsa cosciente. Poi era stata trasportata in ospedale e dopo qualche ora era deceduta a causa di un’emorragia interna.

Le prime indagini sulla ricostruzione dell’incidente sono state affidate ai vigili del comando municipale di San Martino Valle Caudina, coordinati dal sostituto procuratore Tufano. Il magistrato, non appena ricevuto il referto dell’autopsia, ha deciso di iscrivere nel registro degli indagati il medico napoletano che era di turno al pronto soccorso del Rummo la sera di sabato scorso.
Probabilmente in questo caso si tratta di un atto dovuto e gli avvisi di garanzia servono a coloro che sono coinvolti nell’inchiesta per preparare la loro difesa.
Intanto nel pomeriggio di ieri si sono svolti i funerali della signora Cocozza. La morte della donna ha provocato un sincero dolore in tutta la comunità del piccolo centro caudino ed ha acceso di nuovo i riflettori sulla pericolosità di via Campanino.

Fonte: Retesei

mercoledì 10 ottobre 2007. Letture: 2558.


Commenti

  1. Gianmarco ha detto:

    Fatelo chiudere quel pronto soccorso…guarda caso muoiono tutti li…

  2. alfio ha detto:

    vorrei dire al sig Gianmarco che se vuole puo’ andae anche lui a lavorare al PS di Benenvento

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie