Cronaca - Cervinara. Anziana si ferisce cadendo sul cordolo spartitraffico

Foto Cervinara

E’ dovuta ricorrere alle cure dei medici una anziana signora di Cervinara per una caduta nella centralissima via Roma. La settantaquattrenne pensionata, che era andata all’ufficio postale per pagare una bolletta, nell’attraversare la strada, è scivolata accidentalmente sul cordolo spartitraffico, da poco fatto istallare dall’amministrazione comunale e che taglia in due l’arteria cittadina.

La donna è stata subito soccorsa dai passanti e dopo pochi minuti è giunta l’ambulanza del 118. I sanitari hanno quindi disposto il trasferimento della settantaquattrenne al Fatebenefratelli di Benevento, dove i sanitari l’hanno sottoposta agli accertamenti del caso e a scopo precauzionale l’hanno trattenuta in osservazione.

Da quando l’amministrazione comunale ha deciso di installare gli spartitraffico, già si sono verificati vari incidenti del genere. Altre due persone sono cadute provocandosi, per fortuna, solo qualche escoriazione o distorsione. Lo spartitraffico, infatti, è in gomma dura e supera abbondantemente i dieci centimetri di altezza, rappresentando così un vero e proprio ostacolo per i pedoni, soprattutto anziani, che attraversano via Roma per cercare un po’ di frescura nella vicinissima villa comunale.

L’amministrazione comunale quindi si dovrebbe attivare per creare ulteriori spazi con strisce pedonali, in prossimità dei punti di maggiore attraversamento, in modo da evitare che i pedoni, e soprattutto le persone anziane, debbano scavalcare il cordolo. L’installazione del cordolo, che ha ristretto di molto la carreggiata, si era resa necessaria per evitare il parcheggio selvaggio, che spesso era causa di continui blocchi della circolazione dei veicoli con ripercussioni su tutto il sistema viario cittadino. Con questo sistema il traffico si è ridotto di molto e anche grazie alla sosta a pagamento, è finita non solo in via Roma, ma anche in altre strade di Cervinara la sosta selvaggia.

Fonte: Retesei

martedì 21 agosto 2007. Letture: 2898.


Forse ti possono interessare anche queste notizie