Cronaca - Cervinara. Arrestati gli autori della rapina ai danni di don Vito Cioffi

Foto Cervinara

Le indagini sono durate più di un mese e mezzo ma alla fine gli agenti del commissariato di polizia di Cervinara, diretto dal vicequestore Tinessa in collaborazione con i colleghi della squadra mobile di Avellino, diretti dal dottore Trabunella, hanno tratto in arresto i due responsabili dell’aggressione e della rapina a don Vito Cioffi, parroco di San Marciano.

Il fatto era avvenuto la sera del primo febbraio. Il sacerdote stava rientrando nella sua abitazione che dista una ventina di metri dalla chiesa di San Marciano. Aveva appena aperto il cancello che lo immette nel piccolo giardino che lo separa dall’ingresso dell’abitazione quando dal buio emersero due figure. Don Vito fu bloccato e gli fu tappata la bocca. Il sacerdote cercò anche di difendersi ma ebbe la peggio e fu anche picchiato al volto. I due si impossessarono dei soldi che aveva nel portafogli, poco meno di cento euro, e si dileguarono nel buio, lasciando don Vito a terra sanguinante.

Il fatto creò un grande allarme nel centro caudino perché mai in passato i malviventi se l’erano presa con un sacerdote e poi in quel periodo si erano intensificati i furti in appartamento. Insomma la gente cominciava ad avere paura. Immediatamente partirono le indagini della polizia. In realtà gli agenti del vicequestore Tinessa sin dal principio avevano individuato i due autori ma ci volevano elementi concreti per poter chiedere gli arresti. E così, pazientemente, sono stati raccolti elementi tali da indurre il gip Iorio ad accettare le richieste di custodia cautelare richiesta dal pm Salvatore, per due giovani di Cervinara, ai quali sono stati concessi gli arresti domiciliari. Si tratta di un 20enne e di un 23enne che vivono entrambi in rione San Vito nell’agglomerato di palazzine popolari di via Variante. Sono entrambi incensurati e dovranno rispondere di rapina aggravata. Gli arresti sono stati eseguiti alle prime luci dell’alba di questa mattina. Ed ora il lavoro della polizia continua per individuare anche i responsabili dei furti in appartamento. Colpisce la giovanissima età dei due arrestati indice di un malessere sociale forte che non risparmia neanche la Valle Caudina.

Fonte: Retesei

martedì 27 marzo 2007. Letture: 2788.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie