Cronaca - Cervinara. Domani il Prefetto presiederà una riunione per la zona industriale

Foto Cervinara

Domani mattina presso il Palazzo del Governo di Avellino il Prefetto Costantino Ippolito presiederà una riunione con tutti i soggetti interessati per quanto attiene la salvaguardia della zona industriale di Cervinara che come si vede dalle immagini è meglio definire la discarica industriale di Cervinara.

Una riunione che ci auguriamo, visto anche l’attaccamento del Prefetto Ippolito al suo paese natale, porti a risolvere definitivamente un problema che rappresenta una pagina vergognosa per la comunità caudina. Fino ad oggi chi doveva controllare la zona industriale ha avuto gli occhi chiusi e ci auguriamo che da domani possa cominciare ad aprire gli occhi, anche perché lo stato non può sempre far finta di nulla e che Cervinara sia un paese dove tutto è permesso. Ripulire la zona industriale dall’immondizia che vi è stata scaricata, rappresenta quindi un punto di partenza per arrivare poi alla riqualificazione della zona.
Lo spesso presidente dell’Asi, Foglia, esca dalla sua stanza di via Capozzi e venga una volta a visitare la zona industriale di Cervinara, si renderà conto di perché nessuno si sogna di investire i propri soldi in mezzo all’immondizia.
Il presidente Foglia, si ricordi finalmente che l’Irpinia non è solo Avellino o l’Alta Irpina, ma che sfortunatamente anche Cervinara, Rotondi, San Martino Valle Caudina e Roccabascerana, fanno parte della provincia di Avellino. Il nostro peccato, per usare un espressione forte è che non abbiamo un uomo politico forte, in grado di rappresentare le nostre istanze. Si perché fino ad oggi i grandi politici della Valle Caudina, hanno avuto come massima aspirazione il posto per i figli, le mogli, per qualche parente e in qualche caso per loro stessi. Mai una volta che hanno anteposto l’interesse della comunità alle proprie mire clientelari. Quindi domani dalla riunione in prefettura i cittadini si aspettano una risposta forte da parte del rappresentante dello Stato in Irpina, che deve mettere gli amministratori locali di fronte alle proprie responsabilità, ed avviare finalmente un processo che possa portare alla industrializzazione di una zona, che altrimenti è destinata a restare una discarica.

Fonte: Retesei

lunedì 2 ottobre 2006. Letture: 1836.


Forse ti possono interessare anche queste notizie