Cronaca - Cervinara. Dopo l’incidente mortale si attendono i risultati dell’alcooltest

Foto Cervinara

Un impatto violentissimo. Un’auto che tampona una vespa e per gli occupanti del motociclo non c’è nulla da fare: i cuori cessano di battere e la vita finisce. Sono rimasti sull’asfalto in un lago di sangue Vittorio Marro, 71enne di Cervinara, pensionato e padre di sei figli e Svitlana Romanovic che dalla lontana Ucraina era venuta in cerca di fortuna in Italia e nel centro caudino aveva trovato lavoro come badante.

Il terribile incidente è avvenuto sul primo tratto della strada a scorrimento veloce, quello che Paolisi arriva sino a San Martino Valle Caudina, nel territorio del comune di Cervinara. Una strada maledettamente pericolosa. E’ un lungo rettilineo che ti porta a far correre l’auto ma le carreggiate sono scarsamente illuminate ed anche poco controllate. Le due vittime viaggiavano su una Vespa di proprietà del pensionato che era anche alla guida. Una vespa che di notte, con l’oscurità diventa solo un piccolo punto sulla strada.

All’improvviso è arrivata una Fiat Punto che, forse, viaggiava a velocità sostenuta e a bordo della quale c’era un’altra coppia, un 21enne di Moiano che era alla guida ed una 20enne di Cervinara. L’urto è stato inevitabile. Il conducente della Punto ha anche tentato di frenare ma l’auto non è riuscita ad evitare la Vespa. L’impatto è stato violento. I due occupanti sono volati via ed poi hanno battuto con forza il capo sull’asfalto. E’ stato dato subito l’allarme ma quando l’ambulanza del 118 è arrivata sul posto, i sanitari non hanno potuto fare altro che costatare il decesso di Marro e della Romanovic.
Poi sono arrivati i carabinieri che hanno dato il via al triste rituale che si ripete sempre durante gli incidenti stradali. Prima sono state identificate le vittime e poi sono cominciati gli accertamenti per capire le cause del sinistro. Gli occupanti della Punto sono rimasti sul posto. Il 21enne di Moiano che era alla guida dell’auto è stato sottoposto all’alcooltest i cui risultati dovrebbero essere resi noti in giornata. Il giovane comunque rischia di essere incriminato per omicidio colposo. Un’accusa di rito quando si verifica un incidente mortale. I corpi delle vittime sono stati trasportati presso la morgue dell’ospedale Fatebenefratelli di Benevento. Il magistrato dovrà decidere se sottoporli o meno ad autopsia.

Fonte: Retesei

lunedì 3 settembre 2007. Letture: 2828.


Commenti

  1. veronica ha detto:

    addio zio vittorio sarai sempre nei nostri cuori

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie