Cronaca - Cervinara. La zona industriale torna ad essere una pattumiera

Foto Cervinara

La zona industriale di Cervinara è tornata ad essere una pattumiera. L’area, fatta ripulire dall’Asi accoglie nuovamente ogni tipo di rifiuti. I buoni propostiti delle forze dell’ordine sono durati qualche settimana, poi appena allentati i controlli la zona industriale è tornata ad essere invasa da ogni tipo di rifiuti.

Si era parlato di chiudere alcune arterie di collegamento della zona Asi, ma poi non si è fatto più nulla. Da qualche giorno, i volontari della protezione civile vigilanza ambientale del comune di Cervinara stanno effettuando dei servizi di controllo saltuari nella zona. Un azione che dovrebbe essere intensificata ed estesa all’intero arco della giornata. I volontari hanno già effettuato diverse segnalazioni al comune e da quando effettuano i controlli, gli scarichi abusivi di materiale sono diminuiti. Si tratta comunque di un servizio di volontariato, che viene svolto con grande abnegazione e spirito di sacrificio, con tutti i rischi che comporta. Infatti, il servizio viene svolto anche durante le ore notturne.

Quella di gettare rifiuti nella zona industriale, è una cattiva abitudine, che non sembra voler proprio abbandonare questi cittadini incivili, che potrebbero posare i rifiuti davanti casa ed invece corrono il rischio di essere beccati ed incorrere in pesanti sanzioni amministrative e penali, per il solo gusto di inquinare l’ambiente. I controlli, almeno per qualche tempo dovrebbero essere estesi nell’arco delle 24 ore responsabilizzando maggiormente i volontari della protezione civile vigilanza ambientale di Cervinara, che già stanno facendo quanto è nelle loro possibilità dovendo far fronte anche ad altre incombenze che capitano sul territorio di Cervinara. Un plauso a questi ragazzi e al responsabile del gruppo, Vincenzo Frugiero che si trovano a dover fra fronte ad una situazione davvero straordinaria.

Fonte: Retesei

martedì 19 dicembre 2006. Letture: 1577.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie