Cronaca - Cervinara. Tre minori denunciati per lancio di sassi su autovetture

Foto Cervinara

I Carabinieri della Stazione di Cervinara hanno sorpreso tre dodicenni che, dopo aver marinato la scuola, si erano nascosti in una villetta in costruzione alla periferia di Cervinara per lanciare sassi sulle autovetture in transito sulla sottostante via comunale.
Solo per puro caso, nessuno dei conducenti delle autovetture colpite ha riportato lesioni, mentre le autovetture sono state danneggiate in diversi punti della carrozzeria. I tre giovani dal piano rialzato della villetta utilizzando i calcinacci e parte dei mattoni forati utilizzati nel cantiere, avevano cominciato una vera e propria gara di tiro a bersaglio, interrotta, per fortuna, prima della tragedia dall’arrivo dei Carabinieri. I tre minori, tutti di buona famiglia non hanno saputo fornire una giustificazione al gesto sconsiderato e sono stati segnalati alla Procura dei Minorenni di Napoli.

Fonte: Retesei

domenica 18 novembre 2007. Letture: 1808.


Commenti

  1. AR ha detto:

    per non cadere nella retorica, c’è veramnte poco da commentare. si spera solo che i genitori e le famiglie di questi ragazzini, non facciano come altri genitori che quando i figli premdono brutti voti a scuola vanno a rimproverare gli insegnanti. Facciano autocritica, cercano di capire perchè i loro figli praticano taluni gesti, e insieme alle forze della società civile educhino a pratiche migliori.

  2. carmine ha detto:

    missione impossibile

  3. AR ha detto:

    missione impossibile? anche io la credo poco possibile, allora non illudiamoci a una società migliore. io condannerei genitori e figli a un corso decennale di educazione, rispetto e tolleranza altrui. ciao carmine

  4. companeros ha detto:

    viziarli di meno?

  5. Leonardo ha detto:

    Lanciano sassi perchè non hanno nulla da fare e per la noia trovano questi nuovi giochi.
    E’ colpa dei genitori ma anche delle istituzioni.
    Il pomeriggio questi ragazzi dovrebbero studiare e nel tempo libero dovrebbero frequentare un centro ricreativo, un oratorio, fare delle attivita e imparare a far qualcosa come disegnare, conoscere le piante, suonare uno strumento, bricolage, ecc. oppure giocare a calcio o a pallacanestro in un centro sportivo comunale.

    Ma tutto questo cè in vallecaudina.
    Ci sono dei centri per ragazzi che li tengano occupati e che gli inzegnino a vivere in società oltre che a imparare a far qualcosa.

    E i soldi dove vengono spesi? Con Ciao Estate?

  6. carmine ha detto:

    non sarebbe bello spendere 50 per ciao estate e altri150 investire in strutture sportivo-ricreative. sono circa dieci anni che si fa ciao estate, costando al comune la bellezza di qasi 2milioni di euro, con la scusa che avrebbe portato vantaggi dal punto di vista turistico. qualcuno di voi me ne indichi uno solo di vantaggio che se ne ottiene da ciao estate e che si protrae per almeno un mese successivo all’evento?dato che 200mila euro se fanno parte di un investimento ne devono portare dei vantaggi a medio o lungo termine?altrimenti che investimento è? come un buon padre di famiglia sarebbe opportuno mettere invece da parte, parte di quei soldi per la creazione di una casa in cui poterci stare tutti insieme. E non comportarsi da irresponsabili spendendo cifre astronomiche per poi fare la fame tutto l’anno.

  7. Sampei ha detto:

    Carmine ci informa che ogni cervinarese ha speso ben 200 euro (neonati compresi) per quella monnezza pacchiana e inutile di Ciao Estate. Senza contare quello che spende per finanziare iniziative cultural-pecorecce come zeze e tanrantelle. E intanto il paese e’ nella merda, nel vero senso della parola… meditate gente, meditate!

    Per quanto riguarda i ragazzini, la colpa e’ al 90% di genitori senza spina dorsale.

  8. Gianmarco ha detto:

    Il problema che Cervinara è diventato un suicidio,non ci sono sbocchi ricreativi…e parlo da giovane stressato/complessato del cazzo.

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie