Cronaca - Montesarchio. Incidente stradale nella notte, diciannovenne in prognosi riservata

Foto Montesarchio

Questa notte alle ore 03.00 circa, in via Napoli di Montesarchio, F.M., di anni 19, studente di quel centro mentre era alla guida di una Alfa 156, unitamente ad un amico V. P., di anni 17, per cause in corso di accertamento, perdeva il controllo del mezzo andando a cozzare contro il muro di recinzione di una abitazione privata.

Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Montesarchio. Il conducente veniva ricoverato presso l’ospedale “G. Rummo” di Benevento e veniva giudicato guaribile con prognosi riservata per le gravi lesioni riportate, mentre l’altro passeggero veniva ricoverato all’ospedale “Fatebenefratelli” della stessa citta’ e giudicato guaribile in gg. 15 giorni, salvo complicazioni

Fonte: Retesei

domenica 8 luglio 2007. Letture: 4252.


Commenti

  1. Virgilio ha detto:

    Vorrei che quel genitore spiegasse perchè ha messo una Alfa156 in mano al figlio diciannovenne.
    Se i giovani sono irresponsabili, talvolata i genitori lo sono anche di più.

  2. ANTONIO ha detto:

    x Virgilio

    secondo me con qualsiasi auto, sarebbe finita nello stesso modo.. questa volta un alfa 156, l’altra volta sempre a montesarchio in via roma era di turno un opel astra prima serie, e in quell’occasione perse la vita una ragazza di 17 anni. non credo sia l’auto. ma il modo in cui il giovane si mette al volante dell’auto.. puoi guidare anche una 500, ma se sei immaturo, la cilindrata poco importa.

  3. ZioCiccio ha detto:

    Secondo me il problema è soprattutto la velocità. Anche se uno il sabato sera beve un po’ di più, se non si mette a fare le sceriffate correndo come un pazzo, può comunque mantenere il controllo del mezzo meccanico.
    Oltretutto ultimamente ci sono parecchi posti di blocco il sabato sera, quindi occhio.
    Sfumate prima e poi vi mettete in macchina.

  4. rossellina ha detto:

    Allora x tutti e tre i mobili….è inutile criticare adesso….BASTAAAAA….quel ragazzo ha perso la vita e voi ke pensate a dire? sn immaturi ecc ecc…era destino….un destino infame ekko kos’era….

  5. ZioCiccio ha detto:

    Be’ sicuramente dispiace a tutti sapere che quel ragazzo non ce l’ha fatta. 19 anni sono sempre troppo pochi.
    E’ vero che il destino è infame, però cerchiamo anche noi di non facilitargli le cose. Questo era il nostro pensiero, non certo la voglia di criticare.

  6. Vision Of The Night ha detto:

    sono perfettamente sulla linea di ziociccio e anche io sono dispiaciuto quando apprendo la scomparsa di giovani per motivi di questo genere,ma alla fine mi chiedo c’è bisogno di superare i limiti di velocità? C’è bisogno di ridursi come una spugna il sabato notte? Se non bevi non ti diverti? E cosa devi dimostrare a bordo della nuova fiammante auto regalata dal papi,che sei al livello di Alonso? Che sulla statale appia superi a tavoletta i
    vecchietti che viaggiano a 40 km/h?
    Ripeto,sono dispiaciuto per il ragazzo,ma se per caso quell’incidente accadeva nelle ore pomeridiane e sulla strada c’erano bambini o persone in bici che venivano travolti…oggi le famiglie a piangere sarebbero state più di una.
    Bene,fermiamoci a riflettere e non voglio fare da moralizzatore,ma credo che la nostra vita e quella degli altri valga molto di più delle cazzate del sabato sera.

    Saluti

    ps:Nobile il gesto della famiglia di donare gli organi,un esempio per tutti.

  7. nessun nome ha detto:

    bhè nn capite nnt…mi dispiace il ragazzo ha perso la vita..a soli 19 anni a voi vi sembra una cs normale dato ke oggi tutti i raga fanno la stessa cs…nn conoscevate il ragazzo nn sapevate com’era..poki erano i raga cm lui …ragazzo calmissimo che ha fatto una stronzata …e si… basta che qualcosa la fai una sola volta e il destino ne approfitta …vabbe inutile parlare del dolore degli altri…prima di parlare pensate se questa cosa succedesse a voi o a un vostro amico che x la prima volta ha voluto provare il brivido di qualcosa..un qualcosa di diverso..e ne ha pagate le conseguenze…

  8. ZioCiccio ha detto:

    Noi non stiamo criticando il ragazzo che è morto, sia chiaro. Proprio perché non lo conoscevamo, non ci permettiamo di esprimere un giudizio su di lui.
    Critichiamo invece un comportamento che dalle nostre parti è molto diffuso (lo ammetto: anche io spesso il sabato sera bevo e mi metto alla guida lo stesso) e che ultimamente, troppo di frequente, (non so se è questo il caso del ragazzo che ha perso la vita) causa la perdita di vite umane. Non sempre è colpa del destino e mi permetto di dirlo perché è capitato anche a me di perdere un amico in un incidente stradale. Un incidente stupido che mi ha privato di una persona molto cara.

  9. nessun nome ha detto:

    infatti non sto dicendo questo…appunto xchè sai cm ci si sente…evitate di fare commenti inopportuni

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie