Cronaca - Montesarchio. Sequestrato un centro di raccolta scommesse

Foto Montesarchio

Negli ultimi anni il fenomeno delle scommesse ha avuto un forte incremento che ha generato un ingente flusso di denaro, attirando quindi, anche operatori stranieri ad esercitare l’attività sul territorio nazionale, a volte, in maniera del tutto illegale.

Tale fenomeno è di grande attualità e di forte interesse, in quanto tutte le attività connesse al gioco sono una prerogativa dello Stato, che esercita il suo controllo attraverso enti preposti (CONI – Amministrazione dei Monopoli di Stato) regolamentando l’esercizio delle attività, non solo al fine di esercitare un controllo diretto sulla tassazione dei proventi delle giocate, ma soprattutto per contenere il perpetrarsi di fenomeni delinquenziali connotati da un’alta pericolosità sociale, quali la possibilità per la criminalità organizzata di utilizzarne il circuito al fine di riciclaggio dei proventi derivanti da attività delinquenziali.

Proprio in tale ottica, nei giorni scorsi, i Finanzieri della Sezione Mobile del dipendente Nucleo di Polizia Tributaria, hanno dato corso ad una serie di controlli finalizzati al contrasto del fenomeno dell’accettazione illegale delle scommesse, in Benevento ed in alcuni centri della Provincia. In particolare, l’ispezione eseguita all’interno del centro di raccolta scommesse denominato “STANLEY BET” sito in Montesarchio ha consentito di accertare che il titolari dello stesso centro operavano in totale assenza delle prescritte autorizzazioni di P.S. ed amministrative del Ministero dell’Economia e Finanze, rilasciate tramite l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. L’operazione di servizio si è conclusa con la chiusura del centro scommesse, il sequestro di tre computer, con relativi monitor e stampanti per le ricevute delle giocate nonché di circa 600,00 euro, frutto della illecita attività posta in essere nella giornata. Il titolare è stato denunciato a piede libero alla locale Procura della Repubblica.

Fonte: Retesei

venerdì 22 giugno 2007. Letture: 3368.


Commenti

  1. rino ha detto:

    E’ VERO LA FINANZA FA’ CHIUDERE QUESTI CENTRI DETTI CTD DELLA STANLEYBET,MA TUTTI SANNO COMPRESO LA FINANZA CHE DOPO RIAPRONO,DUNQUE,DOVE STA’ IL REATO? QUEI 600 EURO DI MULTA A MIO AVVISO E’ UNA TRUFFA LEGALIZZATA DALLA FINANZA
    NOI ITALIANI SIAMO STANCHI DI PAGARE LA FINANZA,GLI AVVOCATI,IL GIUDICE,IL PM.,IL TRIBUNALE. FACCIAMOLA FINITA CON QUESTA FARSA SI E’ PROPRIO UNA FARSA,LA STANLEYBET PAGA LE TASSE A MALTA,CHI LAVORA CON LEI PAGA LE DOVUTE TASSE,E…………..HA UN POSTO DI LAVORO
    IL MONOPOLIO DI STATO (AAMS) che cosa offre? SOLO CHIACCHIERE RINO

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie