Cronaca - Napoli. Sarà fissata tra domani e lunedì l’udienza di convalida per l’arresto del boss Gennaro Pagnozzi

Da ieri sera Gennaro Pagnozzi si trova recluso presso il carcere di Poggioreale a Napoli presso il padiglione Milano. Il boss della Valle Caudina, dopo otto mesi di latitanza, è stato tratto in arresto ieri dagli agenti della squadra mobile di Benevento, in collaborazione con i colleghi di Napoli.

Pagnozzi si trovava al ristorante, insieme ad un uomo di Napoli, che potrebbe essere incriminato per avere aiutato il boss nella sua latitanza. Pagnozzi era sfuggito alla cattura il 14 giungo del 2005, quando era stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare per usura aggravata.

A metterlo nei guai le rivelazioni del collaboratore di giustizia, Giuseppe Frugiero, che dal 2003 sta svelando ai magistrati della direzione distrettuale antimafia tutti gli affari e le ramificazioni del clan. Le forze dell’ordine lo hanno cercato per otto mesi, ma abilmente il boss è sempre sfuggito alla cattura. Ha commesso un unico di effettuare una telefonata su un’utenza controllata dal ristorante di Pozzuoli.

La chiamata è stata intercettata dalla mobile beneventana che ha atteso pazientemente il ritorno del 67enne in quel ristorante e poi lo ha tratto in arresto. Ora è in attesa di comparire davanti al gip Di Giuro che dovrebbe convalidare l’arresto. L’udienza di convalida si dovrebbe tenere tra sabato e lunedì e la difesa, rappresentata dall’avvocato Dario Vannetiello, si prepara a dare battaglia.

Fonte: Retesei

venerdì 20 gennaio 2006. Letture: 1921.


Forse ti possono interessare anche queste notizie