Cronaca - Partenio. Torna il servizio antincendio della Comunità Montana.

La scorsa estate il Partenio e la Valle Caudina dovettero far fronte ad un’emergenza incendi senza precedenti. Ettari ed ettari di terreno boschivo furono distrutti dal fuoco, apportando un danno gravissimo ad una zona che dovrebbe fare proprio delle bellezze naturali, il suo punto di forza per intercettare i fondi per lo sviluppo. I danni apportati la scorsa estate sono stati davvero tanti ed ora si cominciano anche a vedere le conseguenze. Due settimane fa, ad esempio, è bastato un temporale estivo un po’ più forte per inondare di fango la zona centrale di Cervinara. Molti fanno finta di non saperlo ma gli alberi e le loro radici frenano lo smottamento del terreno. Non solo danni alla montagna ma anche ai paesi che vivono alle proprie pendici che, purtroppo, già in passato hanno dovuto fare i conti con frane, morti e distruzione. Quest’anno per fortuna si cercherà di fare molti di più di quello che è stato fatto negli anni scorsi per contrastare questa emergenza. Si farà di più a livello locale perché da Roma arrivano solo notizie di tagli anche di servizi essenziali e che comprende gli organici dei vigili del fuoco. Già la scorsa estate ha dato ottimi risultati il servizio di avvistamento antincendio organizzato dalla comunità montana del Partenio. Chiunque dovesse avvistare del fuco può telefonare allo 0825/902200 e nel giro di un tempo relativamente breve una squadra di operai forestali interverrà sul posto per domare le fiamme. Certamente gli operai non sono infiniti e se il fronte del fuoco è veramente vasto dovranno essere coadiuvati da altre forze. Ma lo spirito del servizio, voluto dal presidente Palerio Abate, è quello di assicurare un intervento rapido e di prossimità e che possa contare sulla collaborazione di noti cittadini, pronti a segnalare il pur minimo focolaio allo 0825/902200.

Fonte: Retesei

martedì 15 luglio 2008. Letture: 2471.


Forse ti possono interessare anche queste notizie