Cronaca - Roccabascerana. 92enne si toglie la vita con un colpo di fucile

Tragedia questa mattina alla frazione Squillani di Roccabascerana. G. R., 92enme del posto si è puntato alla gola, il suo fucile da caccia regolarmente detenuto, e poi si è sparato. L’anziano è morto sul colpo.
Dopo poco, il corpo è stato trovato sul pavimento della sua abitazione, in un lago di sangue, da vicini e parenti che sono accorsi a seguito dello sparo. Sul posto si sono portati i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che costatare la morte dell’anziano ed i carabinieri della locale stazione per gli accertamenti del caso. Nella tarda mattinata, dopo l’ispezione del medico legale, la salma è stata consegnata ai familiari e nella giornata di domani verranno svolti i funerali.
Non si conoscono i motivi che hanno portato il 92enne a compiere l’insano gesto. L’anziano era autosufficiente e viveva da solo nell’abitazione di via Cotugno a Squillani. Era accudito amorevolmente da figli e nipoti che si recavano nella sua casa diverse volte al giorno. Il 92enne era un reduce della sua guerra mondiale ed era fiero di aver prestato servizio nei bersaglieri. Il suo cappello piumato era ben visibile in ogni manifestazione che veniva svolta a Roccabascerana per commemorare i defunti in guerra. Probabilmente sarà stato colto da un attimo di sconforto ed ha deciso di farla finita.
Si tratta comunque di un altro esempio di quanto sia diffusa la depressione nella provincia di Avellino. Il 2006 si è chiuso con un triste primato di morti per suicidio ed in questo primo mese dell’anno sono già tre le persone che si sono tolte la vita. E bisogna ricordare che nei giorni scorsi diverse persone sono state salvate proprio mentre tentavano di uccidersi. Insomma dei fatti che dovrebbero imporre una severa riflessione.

Fonte: Retesei

lunedì 29 gennaio 2007. Letture: 1779.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie