Cronaca - Rotondi. Arrestato Pietro Cioffi, deve scontare quattro anni di carcere

Foto Rotondi

I carabinieri del nucleo operativo del comando provinciale di Avellino, al comando del maggiore Merone, ed i colleghi della stazione di Cervinara, guidata dal luogotenente Riccio, nella tarda serata di ieri hanno tratto in arresto il pregiudicato 38enne Pietro Cioffi di Rotondi.

L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dalla procura generale di Napoli, perché deve scontare quattro anni e 25 giorni di reclusione più due anni di sorveglianza speciale, in quanto riconosciuto colpevole di associazione a delinquere di stampo camorristico, estorsione aggravata e continuata e porto abusivo di armi. L’arresto è avvenuto davanti all’abitazione del 38enne in via Garibaldi a Rotondi. Pietro Cioffi aveva pensato che la presenza dei carabinieri fosse dovuta ad un’ennesima perquisizione domiciliare. Quando ha capito, invece, che doveva tornare in carcere sembra ci sia rimasto davvero male.

La condanna a Pietro Cioffi si riferisce a dei reati commessi dal 38enne alla fine degli anni novanta quando gravitava intorno al clan Bove- Paola, che è stato smantellato dalle forze dell’ordine. Dopo le formalità di rito il 38enne è stato associato presso la casa circondariale di Bellizzi Irpino dove si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Fonte: Retesei

venerdì 3 marzo 2006. Letture: 4627.


Forse ti possono interessare anche queste notizie