Cronaca - San Martino VC. Blitz dei vigili urbani nel mercato settimanale

Foto San Martino Valle Caudina

La polizia municipale di San Martino Valle Caudina dichiara guerra alla contraffazione. Questa mattina gli agenti, al comando di Serafino Mauriello, hanno effettuato un vero e proprio blitz all’interno del mercato settimanale del piccolo centro e le sorprese non sono certo mancate.

Occhiali da vista pericolosi e non in norma con le disposizioni sanitarie; giocattoli e materiale elettrico privi del certificato Ce. Tutta questa mercanzia, altamente pericolosa, è stata posta sotto sequestro dai vigili urbani. Il mercato registra sempre un numero alto di clienti e visitatori i quali sono, quindi, facile preda di persone che contando su i bassi prezzi praticati riescono a vendere oggetti che poi possono diventare un vero e proprio pericolo per la salute di grandi e di bambini. Gli stessi agenti della polizia municipale, infatti, sono rimasti veramente sorpresi nello scoprire che tra gli oggetti in esposizione c’erano dei veri e propri occhiali graduati che, però, non avevano alcuna certificazione sanitaria che ne autorizzava il commercio.
Ma anche i giocattoli ed il materiale elettrico possono costituire dei grandissimi pericoli. Basti pensare che soprattutto i giocattoli vengono usati da più piccoli e sono privi di ogni norma di sicurezza. Insomma, oltre ad un grave danno all’economia, questi prodotti, tutti cinesi ed esportati, illegalmente in Europa. si possono trasformare in vere e proprie mine vaganti. Comunque in tutto, i vigili hanno controllato una trentina di venditori ambulanti e tre di loro avevano in esposizione questa merce vietata. Si tratta di due cittadini cinesi ed di un commerciante napoletano. Gli oggetti sono stati tutti sequestrati mentre per i tre è scattata la denuncia a piede libero. I controlli verranno intensificati anche nei prossimi giorni perché questo tipo di materiale potrebbe essere venduto anche all’interno di negozi.

Fonte: Retesei

venerdì 19 ottobre 2007. Letture: 2141.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie