Cronaca - San Martino VC. Ignoti nella notte entrano nelle cabine che custodiscono i serbatoi idrici

Foto San Martino Valle Caudina

Per 24 – 48 ore, i cittadini di San Martino Valle Caudina sono stati invitati, in modo precauzionale, a non usare l’acqua che sgorga dai rubinetti delle loro abitazioni per uso potabile. La precauzione si è resa necessaria in quanto, nella notte, all’interno di quattro delle sette cabine che custodiscono i serbatoi idrici nel territorio del piccolo centro caudino, sono penetrati degli sconosciuti.

Da tutte e quattro le cabine è stato portato via del materiale idraulico. Dovrebbe trattarsi, quindi, di un furto con scasso ma per evitare complicazioni di altro genere è stato diramato l’invito e non bere acqua all’intera cittadinanza. Il fatto è stato scoperto dai vigili urbani, i quali, si sono accorti che una delle porte delle cabine era aperta. E’ stato informato immediatamente l’ente idrico che ha inviato sul posto, per una verifica dei tecnici.

La squadra ha accertato che le porte di quattro cabine erano state forzate e dall’interno mancava del materiale idraulico. Secondo gli agenti della polizia municipale di San Martino Valle Caudina, al comando del tenente Serafino Mauriello, dovrebbe trattarsi di un normalissimo furto con scasso. Ma in questi casi la prudenza non è mai troppa e si è preferito informare la popolazione ed invitarla per un brevissimo periodo a non bere l’acqua. Il timore è che qualche squilibrato possa avere introdotto qualche sostanza nociva all’interno dei serbatoi.

Per verificare questa ipotesi, un primo test è stato già effettuato nella mattinata di oggi, ma ha dato esito negativo. Ossia, nessuno sostanza è stata immessa nei serbatoi. Ma per avere la certezza matematica bisognerà attendere ancora qualche ora e poi il l’incidente sarà chiuso.

Fonte: Retesei

venerdì 26 maggio 2006. Letture: 1664.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie