Cronaca - Valle Caudina. Raffiche di vento e pioggia, Valle Caudina in ginocchio. Proclamato lo stato d’allerta

Foto Valle Caudina

VALLE CAUDINA – Due giorni di disagi e allagamenti. La Valle Caudina è stata messa in ginocchio dal maltempo che sta flagellando l’Italia e che durerà almeno fino alla fine del mese. Forti raffiche di vento miste a pioggia che si è abbattuta violentemente sull’intero comprensorio ha causato non pochi problemi. Numerosi gli allagamenti segnalati soprattutto negli scantinati delle abitazioni, ed i vigili del fuoco del distaccamento di Bonea sono dovuti intervenire più volte, specialmente nella giornata di martedì. La furia degli elementi non ha però risparmiato nemmeno le strade di comunicazione, che naturalmente sono state le prime a cedere – cosa oramai diventata una consuetudine – sotto i colpi della pioggia e del vento.
I disagi maggiori si sono avuti nelle zone che oramai di consueto vivono dei problemi in situazioni del genere: Via Variante a Cervinara, il primo tratto – per chi viene da San Martino – della strada a scorrimento veloce Paolisi-Pianodardine. Un vero e proprio lago si è creato dapprima sul lato destro della carreggiata, ma che si è allargato pericolosamente a tutta la strada e che ha costretto decine di automobili ad interrompere la marcia e procedere a passo d’uomo. Un disastro.
Situazione non meno grave anche a San Martino Valle Caudina, dove è saltata una tubatura dell’acqua lungo Via Matteotti, e solo nella mattinata di ieri si è riusciti a tamponare l’emergenza. Anche qui, inutile dirlo, disagi a raffica per gli automobilisti. Ma più in generale tutta la Valle Caudina è stata vittima di violentissimi nubifragi che hanno fatto temere il peggio, complice anche lo stato di attenzione proclamato per le aree alluvionate di Ioffredo e Castello a Cervinara e la zona pedemontana di San Martino Valle Caudina. Super impegnati vigili e carabinieri, che stanno monitorando costantemente tutto il territorio.
Giovanbattista Lanzilli
Fonte: Ottopagine 29/12/2005

venerdì 30 dicembre 2005. Letture: 2193.


Forse ti possono interessare anche queste notizie