Arte e Cultura, Musica - Airola. Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale, al via la due giorni conclusiva. Oggi il Premio Moscato, domani la serata finale

Foto Airola

Si è chiusa ieri, venerdì 30 maggio, la sezione “Solisti” del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus, che si chiude domani, domenica 1 giugno, con la serata finale (inizio ore 18.30, Teatro Comunale di Airola (BN), ingresso libero).
I giovani solisti delle categorie B, C, D, E sono stati sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal  M° Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.
Per la categoria B (età massima 12 anni), sono stati assegnati due primi premi: vincitori sono risultati, con voti 98/100, il pianista norvegese Michail Zaruykin, che ha suonato Romeo and Juliet Before Parting Op. 75 n° 10 di S. Prokofiev, The Seasons, September Op. 37 di Ciajkovskij e Elegie in E-Flat Minor Op. 3 n° 1 di S. V. Rachmaninov, e, con voti 96, il pianista molisano Giovanni Maria Sollazzo, con l’esecuzione del primo e terzo movimento della Sonata Opera 10 n° 1 di Ludwig van Beethoven.  Ha maturato un secondo premio (voti 94) la sannita Erminia Catalano al pianoforte. Apprezzate anche le performances pianistiche del nolano Gerardo Ceparano (3° premio con punteggio 88) e dell’avellinese Mario Carbone (4° premio con 80).  La Commissione ha attribuito un diploma di merito alle violiniste Giaele Salierno da Ruviano (CE) e Federica Di Lunardo di Faicchio (BN) e alla pianista di Paduli (BN) Flaminia D’Angelis.
L’interpretazione assai sorvegliata della Piccola Suite in Si Minore di A. Long e del brano Enfantines di Milhaud è valsa al duo pianistico nolano-irpino costituito da Elisabetta Furio e Gerardo Ceparano l’unico primo premio, con votazione di 96, della categoria C (la cui soglia massima d’età è fissata a 17 anni).  La stessa Elisabetta Furio, stavolta singolarmente, ha conquistato uno dei tre secondi premi (con punteggio 92) assegnati dalla Commissione nella stessa categoria: gli altri due sono appannaggio della violinista beneventana Lorenza Maio (sempre con 92 punti) e la pianista isernina Virginia Di Rocco (con 93). La giuria ha premiato pure il fisarmonicista Fiore Girardi di Pesco Sannita (BN) con un terzo premio (voti 86), e la pianista Sara Di Landa da Falciano del Massico (CE) con diploma di merito. Diploma di partecipazione, infine, per i pianisti Armando Mandato (da Paduli) e Chiara Ricigliano di San Potito Sannitico (CE).
Exploit nella categoria D (riservata a musicisti al massimo ventenni) della flautista russa Kseniia Kompan-Boguslavskaja, accompagnata al piano da Anastasiya Pridvorova, primo premio con 100, grazie all’esecuzione di The Nightingale di A. A. Alyabiev e di Sicilienne et Burlesque di A. Casella. Si è fermato al terzo premio (voto 86) il pianista napoletano Fabio Centofanti.
Per la categoria E (età massima 22 anni) applausi a scena aperta per il clarinettista Giuseppe Santucci da Sassinoro (BN), la cui straordinaria esecuzione di Premiere Rhapsodie di C. Debussy, gli ha garantito primo premio, massimo dei voti e ben due borse di studio (di categoria e speciale attribuita dalla Fondazione Angelo Affinita Onlus in base anche all’indicatore ISEE familiare). Secondo premio, nella stessa categoria, per Suzuka Ichikawa, pianista nipponico, le cui interpretazioni del Nocturne Op. 27 n° 2 di F. Chopin, di L’Isle Joyeuse di C. Debussy e di Preludio e fuga n° 3 di Bach sono state giudicate con un voto di 94.
Ieri, infine, si è chiusa in bellezza anche la sezione riservata alle Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale: l’emozionante performance del settetto di chitarre dell’Istituto Magistrale Statale “G. Guacci” di Benevento, in scena con Ballata di Gallucci e El Diario de Cristina di Zapatos, ha fruttato agli studenti musicisti dell’istituto sannita il primo premio con voto 96.
Oggi, sabato 31 maggio, è la volta delle eliminatorie dell’attesissimo Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, che mette in palio una borsa di studio di 2mila euro, per la quale si sfideranno a colpi di note decine di pianisti venuti ad Airola, oltre che da tutta Italia, anche da numerosi Paesi (Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina). Intitolata alla memoria del musicista airolano Moscato, la cui famiglia sostiene il Premio, la competizione sarà oggetto del giudizio di una Commissione presieduta dal M° Daniele Petralia, concertista, docente titolare di Pianoforte Principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania, insignito di diversi primi premi in Festival e Concorsi nazionali e internazionali e collaboratore come solista con prestigiose orchestre (tra cui l’Orchestra Sinfonica di Donetsk, l’Orchestra Filarmonica del Nuovo Mondo di Montreal, la Sydney Symphony Orchestra). Componente della stessa Commissione sarà Yuri Bogdanov, docente di Pianoforte all’Accademia Musicale “Gnessin” di Mosca, concertista e vincitore di diverse competizioni tra Russia, Germania, Austria e Canada, con all’attivo, come solista, collaborazioni con qualificate orchestre, tra cui la famosa Filarmonica di Stato di Mosca, e innumerevoli registrazioni e apparizioni radiotelevisive. A completare il quadro dei commissari del “Moscato” il M° Tina Babuscio, docente di Pianoforte al Conservatorio “N. Sala” di Benevento.
Domani, domenica 1 giugno, il gran finale: in mattinata sarà ufficializzato il vincitore del Premio Moscato; nel pomeriggio, con inizio alle ore 18.30, saranno proclamati i vincitori di tutte le sezioni e categorie, sarà ufficializzato il primo premio assoluto del “Città di Airola” (borsa di studio di 1000 euro) e si esibiranno solisti e formazioni giudicati meritevoli dalle varie Commissioni giudicatrici.
Il “Città di Airola” edizione 2014 avrà un’appendice con la masterclass del M° Daniele Petralia, in programma, a numero chiuso, lunedì 2 giugno e martedì 3 giugno sempre nella cornice del Teatro Comunale di Airola. La masterclass prevede anche un concerto degli iscritti aperto al pubblico per lunedì pomeriggio alle 18.

sabato 31 maggio 2014. Letture: 735.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie