Arte e Cultura, Musica - Airola. Al Concorso Internazionale i giovani talenti della musica da camera

Foto Airola

Al quinto giorno arrivò lo spettacolo della musica da camera. Si sono esibiti ieri, giovedì 29 maggio, pianisti, arpisti, chitarristi e violinisti della sezione “Formazioni da camera – Quattro mani” per la sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus, in programma nella cittadina in provincia di Benevento dal 24 maggio al 1 giugno.


I giovani musicisti sono stati sottoposti al giudizio di una Commissione di profilo internazionale, composta da Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; il pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; Chiara Chialli, mezzosoprano che ha calcato i principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.
Per la categoria F, riservata ad artisti senza limiti d’età, si è imposto il duo vibrafono – pianoforte, composto dai partenopei Vittorio D’Angelo e Biagio Capasso, convincenti interpreti dei tre brani Moonchild – In Your Quiet Place (di Keith Jarrett), Tango Grandes (di Stefano Del Sole) e Blues for Cribert (di Mark Granthworth).  L’esecuzione è valsa ai due musicisti napoletani il punteggio di 100/100, il primo premio e l’attribuzione della borsa di studio. Hanno conquistato il secondo premio, condito dai sentiti apprezzamenti dei giurati, sia l’Ensemble “Le chitarre sannite” da Benevento, composto da Carmine Catalano, Raffaele Russo, Anna Lonardo, Matteo Impronta, Aniello Montella e Salvatore Spiezia e diretto da Lorenzo Marino, sia il duo Francesco Destriere (pianoforte) e Giovanni Rea (flauto) da Casavatore (NA) (per entrambe le formazioni il voto finale è stato di 95), sia il duo pianoforte e voce proposto da David Esterban Fruci Gomez e Giancarlo Del Vecchio, sempre da Napoli (valutato 92).
Due i terzi premi assegnati, entrambi a formazioni composte da pianoforte e voce: si tratta del duo Candida Calabrese – Gerardo Criscuolo da Sant’Antonio Abate (NA) (con voti 90) e del duo aversano Andrea Carnevale – Lucia Pascarella (voto 88).
Nella categoria E, riservata ad artisti con un’età media di massimo 23 anni, si è registrato l’exploit del duo di arpa Giuseppina Papaccio – Chiara Sgambato, proveniente da San Martino Valle Caudina (AV), insignito del primo premio con voto 99 per l’esecuzione del brano La ragazza di B. Andres.
I due chitarristi beneventani Salvatore Spiezia e Rossella Reale, grazie alla loro personale interpretazione del Rondo op. 34 n. 2 di Carulli, hanno ottenuto con voti 98 il primo premio nella categoria C (età media massimo 15 anni), distanziando il duo pianoforte e voce Imma Iovine – Lucia Pascarella da Cercola (NA), classificatosi al terzo premio con 90.
Sempre ieri, sul palcoscenico del Teatro Comunale della cittadina caudina, si sono esibiti i musicisti della sezione “Solisti” di vari strumenti. Molto interessanti le performance offerte dai chitarristi. Nella categoria B (massimo 14 anni) il sannita Salvatore Spiezia ha bissato il successo ottenuto con duo ed ensemble maturando un ulteriore primo premio (con punteggio 96). Federico De Conno da S. Marco dei Cavoti (BN) (secondo premio con 95) e Paola Iadaresta da Maddaloni (CE) (quarto premio con 84) si sono sfidati nella categoria C (massimo 17 anni). Vertici di assoluta qualità si sono toccati per la categoria D (età massima 20 anni), in cui il casertano Andrea Curiale, suonando la Rossiniana op. 119 n. 1, ha ottenuto primo premio, massimo dei voti (100) e borsa di studio. Nella medesima categoria, ammirevole è stato anche il primo premio (con voti 97) del sannita Carmine Catalano. Infine, nella categoria E, in cui si poteva concorrere fino a 22 anni, un altro musicista da Terra di Lavoro, Alessandro Vallati, ha scalato il secondo premio con voti 95.
I sublimi suoni delle arpe hanno emozionato il numeroso pubblico che ha riempito il Comunale airolano. Tra le arpiste, nella categoria A (età massima 12 anni), la cosentina Giulia Moraca da Rende, con l’esecuzione di Chanson dans la nuit di Carlos Salzedo, di Allegretto per arpa di Rossini e di Im Zug di A. Cunego, ha conquistato il primo premio con 96. Secondo premio per Valeria Pia Vevoto da San Nicola Manfredi (BN) (voto 93) e quarto premio per Silvia Di Bernardo da Benevento (voto 85). Nella categoria B (massimo 14 anni) si è evidenziata la molisana Tosca Tavaniello (di Fossalto, Campobasso), primo posto con il massimo punteggio, 100, grazie alla perfetta esecuzione di due brani di A. Hasselmans, Chanson de Mai e Confidance. Ottime performances pure della sannita Myriam Genito, di San Giorgio del Sannio, primo premio con 96, e della lucana Carla Capriuoli, di Potenza, terzo premio con 86. Per la categoria C, il cui limite d’età era 17 anni, sono stati decretati due primi premi: ad aggiudicarseli la sannita Diletta Capua da Apice (il cui programma comprendeva The Ministrel’s Adieu to his Native Land di J. Thomas, Petite Valse di A. Hasselmans e Kola di B. Andres) con voti 98 e l’agropolese Elena Vallebona con voti 96 (nel cui programma figuravano la Sonata in C Minore di J. Dussek e Petite Suite Classique di M. Grand Jany). Diploma di merito per Luigia Piccirillo di Macerata Campania (CE). Con un ampio programma costituito da Toccata terza di L. Leo, Pistache e Duke di B. Andres e Introspection di C. Salzedo, l’irpina Giuseppina Papaccio ha replicato il successo ottenuto nel duo, conquistando un secondo premio con voti 95 nella categoria E (età massima 22 anni), seguita dalla potentina Sonia Foscolo, terzo premio con punteggio 86/100.
Sempre ieri si sono esibiti anche le arpiste provenienti da Licei Musicali. Su tutte, spiccano le performance delle salernitane Nadia Mainardi da Angri, per l’esecuzione di Rimbabelle di B. Andres, e Federica Carbone, che ha suonato Petite Berceuse di A. Hasselmans e Petite Valse Lente di J. Snoer, entrambe meritevoli del primo premio con punteggio 96. Terzo premio, infine, per Chiara Citro di Salerno (87), Stefania Magno di Agropoli (SA) (87) e Teresa Pirozzi di Boscoreale (NA) (86).
Oggi, venerdì 30 maggio, il Concorso prevede l’esibizione dei pianisti, sempre per la sezione “Solisti”. Domani, sabato 31 maggio, sarà la volta delle eliminatorie per il Premio Moscato.

venerdì 30 maggio 2014. Letture: 890.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie