Arte e Cultura, Musica - Airola. Concorso Internazionale, stasera alle 18.30 la passerella finale. Attesa per i vincitori assoluti del “Città di Airola” e del “Premio Moscato”

Foto Airola

Grande fermento in Valle Caudina per l’approssimarsi della serata finale del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus.
L’appuntamento è per questa sera alle ore 18.30 presso il Teatro Comunale della cittadina caudina. Nel corso della grande passerella finale, saranno proclamati i vincitori di tutte le sezioni e categorie,  tra i quali alcuni, selezionati dalle Commissioni in base al punteggio più alto, avranno la possibilità di esibirsi nuovamente. Sempre nel corso della serata, sarà annunciato il primo posto assoluto, con votazione di 100/100 e lode, scelto tra i vincitori di tutte le sezioni e categorie, che si aggiudicherà la borsa di studio del valore di 1000 euro.


L’altro traguardo ambito dai partecipanti è la borsa di studio, del valore di ben 2mila euro, che sarà appannaggio del primo classificato del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”,  di cui ieri, sabato 31 maggio, si sono disputate le eliminatorie. Il parterre dei pianisti concorrenti è stato giudicato da una giuria di altissimo rilievo mondiale, composta dai due pianisti, concertisti e docenti Daniele Petralia (cattedra di Pianoforte all’ l’Istituto “V. Bellini” di Catania) e Yuri Bogdanov (Accademia Musicale “Gnessin” di Mosca) e da Tina Babuscio (docente del Conservatorio “N. Sala” di Benevento).
Hanno oltrepassato la barriera delle qualificazioni il turco Tugrul Adiloglu (da Ankara), i moscoviti Yulia Kazantseva, Galina Zhukova, Maxim Kulagin e l’unico italiano Tiziano Rossetti da Milano. I finalisti suoneranno il proprio programma nuovamente stamane e, da questa rosa, emergerà il vincitore unico. Si sono aggiudicati il diploma di merito, senza accedere alla finale, Alfredo Giordano Orsini (Napoli), Suzuka Ichikawa (Tokyo, Giappone) e Nikita Khnykyn (Oslo, Norvegia).
Sempre nella giornata di ieri si sono disputate le ultime prove della sezione “Solisti”, per quanto attiene la categoria F,  dedicata a musicisti senza limiti di età, ai quali era concesso di presentare un programma di massimo 25 minuti.
Il primo posto è stato un duello Bulgaria – Spagna: se lo sono aggiudicati, infatti, la pianista Lili Bodganova (da Sofia) con l’esecuzione di Suite Op. 14 di B. Bartok , Sonata op. 1 di A. Berg, Prelude n° 11 e 12 di C. Debussy, e il pianista spagnolo Ruben Talon Dominguez (da Valencia), nel cui programma figurava la Fantasia Betica di M. de Falla, Etude Op. 25 n° 12 di F. Chopin e Vallée d’obermann di F. Liszt. I due artisti hanno condiviso votazione (100/100), primo premio e borsa di studio di categoria.
Un gradino più in basso, ma protagonista di un’eccezionale performance, la pianista russa Anastasia Privdorova (da Mosca), insignita del primo premio con 96/100 e vincitrice, ex aequo con le italiane Nuzzo e Simeone, della borsa di studio “Cosimo Minicozzi” per la migliore esecuzione delle composizioni tratte dalla raccolta “Marionette” (di cui la musicista moscovita ha eseguito i brani Pantomima, Pagliaccio e Valzer sincopato). Il programma della pianista moscovita era, infine, completato da Islamey, Op. 18 di M. Balarikev, Elegie Op. 3 n° 1 da S. V. Rachmaninoff e Danze Argentine di A. Ginastera.
Eccellente secondo premio per il clarinettista Emilio Merola di Vitulazio (CE), che, grazie all’esecuzione di Sonatina di M. Arnold, Romanza di F. Polenk, Solfeggietto Metamorphosis di E. K. Daniels e Motion Train di E. Sparago, ha ottenuto la lusinghiera votazione di 95/100. Con la votazione leggermente inferiore di 91/100 si è accaparrata l’altro secondo premio la pianista Hyungsook Yoon (da Seoul, Corea del Sud) che ha suonato la Sonata in Do Maggiore Op. 16 di F. J. Haydn e Preludes Op. 11 di A. Scriabin.
Riporta in Oriente un terzo premio Junko Mashima da Okayama, Giappone, la cui esecuzione della Ballata n°1 in Sol Minore Op. 23 di F. Chopin e di Etudes Tableaux Op. 39 n° 5 di S. V. Rachmaninoff è stata giudicata meritevole del voto di 90/100.
Completano il quadro delle esibizioni di ieri il quarto premio dell’irpina Antonella Censullo da San Mango sul Calore (la cui proposta verteva sul Notturno Op. 32 n° 2 di F. Chopin, Pour le piano di C. Debussy e Rapsodia in Mi Maggiore di J. Brahms), il diploma di merito per Alessia Manco (di Sperone, Avellino) e il diploma di partecipazione per la partenopea Cristina Massaro.
Dopo la finale di stasera il Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola” vivrà un’appendice di due giorni, lunedì 2 e martedì 3 giugno, con la masterclass del M° Daniele Petralia che prevede, per un numero chiuso di allievi, lezioni pratiche e teoriche e un concerto aperto al pubblico (sempre presso il Teatro Comunale di Airola, lunedì alle 18.30).

domenica 1 giugno 2014. Letture: 682.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie