Arte e Cultura - Airola. Ottavo appuntamento con il 2° Festival Peppe Fucci

Foto Airola

Questa volta è toccato alla Compagnia “Il Teatro Mobile” di Marano di Napoli in “L’incidente” di Luigi Lunari per la regia di Raffaele Scognamillo. Il lavoro presentato al nostro Festival è un originale in tre atti dal testo abbastanza intrecciato ma dai tempi un tantino lenti.
La rappresentazione è imperniata sulle vicende che susseguono l’incidente (abbastanza paradossale: la perdita in pubblico delle mutande) in cui incorre la moglie, Sig. ra Martelli (Teresa Pagliarola), di un umile – servile bancario Rag. Martelli (Mariano Ferrero).
Su tale base si innescano una serie di ulteriori incidenti per finire in bellezza con lo scoppio della casa luogo di ambientazione della storia. Sulla scena si avvicendano personaggi tutti più o meno surreali: dal direttore di banca Dr. Scotti (Emilio Formisano) dispotico dai boxer a cuoricini alla moglie del direttore sig. ra Scotti (Anita Russo) poco attenta osservatrice donna di carità e che, per giunta alla fine anch’essa incorre nello stesso inconveniente della tanto bistrattata signora Martelli. Si passa, poi, da un fantomatico poco attento Onorevole (Raffaele Scognamillo) che trova il momento giusto per addormentarsi nel posto sbagliato al figlio del direttore (Salvatore Perna) ossesso ed ossessionato che infatuato dalla Martelli diventa “UNOBOMBER” e per finire con tre gradevoli e piacenti ex “donnine facili” che aiutate dalla signora Scotti hanno cambiato ruoli e vesti (!) almeno una restituta (Rosaria Cacciapuoti) perchè le altre due Natascia (Lisa Perfetto) e Mimosa (Dorotea Ragucci) sono diventate delle vere e proprie imprenditrici dei loro corpi.
Lo spettacolo è risultato abbastanza gradevole nella semplici intrecci della trama, i tempi scenici sono stati alquanto scanditi, anche se ottimali nel terzo atto. Alcune sbavature riscontrate sono da motivarsi con la mancanza di adeguato rodaggio di rappresentazioni. Abbastanza ingarbugliato il testo, simpatiche alcune trovate sceniche. Apprezzabile il lavoro della regia. Variegato lo staff degli attori, tutti abbastanza bravi. Notevole la Scenografia
Ha comunque reso al massimo e più degli altri:
– La signora Scotti (Anita Russo) buono il livello espressivo, ottimi i tempi recitativi buona l’ interpretazione della moglie – madre… ossessiva e possessiva, paradossale la perdita degli indumenti intimi alla fine… Ottima la padronanza scenica, incalzanti e serrati i dialoghi.
Il Festival ritornerà domenica 6 aprile ’08 con la Compagnia “Per lo sguardo di Talia” con “L’Albergo del Silenzio di Scarpetta. Tale sarà l’ultima rappresentazione di questa edizione del Premio Fucci. Il 18 aprile all’Auditorium Comunale di Airola ci sarà il Gran Galà con le premiazioni e la presenza di un cara vecchia conoscenza… Benedetto Casillo cerchiamo di non mancare…

lunedì 31 marzo 2008. Letture: 2863.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie