Arte e Cultura - Airola. Quarto appuntamento del secondo Festival Peppe Fucci

Foto Airola

Continua il successo del 2° Festival del Teatro Amatoriale – Premio “Peppe Fucci” . Organizzato dall’Associazione “Ara Jovis” di Airola nel Teatro dell’Istituto Penale Minorile, con la collaborazione della F.I.T.A.( Federazione Italiana Teatro Amatoriale).
Altri amici altro divertimento fornitoci dalla Compagnia “Le Maschere” di Volla con la rappresentazione di “Frisco all’anema ‘e maritemo” di Pasquale Iannucci con la regia di Pasquale Iannucci. Il lavoro è nato da una paziente rielaborazione da parte di Pasquale Iannucci di un testo in dialetto toscano e ne è uscito un brillante mix tra il sarcasmo e lo spirito toscano con l’estro e l’eterno adattamento alle vicende terreno del napoletano.
La rappresentazione dopo un avvio preparatorio, nel primo atto dai tempi volutamente pacati e rilassati, ha man mano aumentato le marce, raggiungendo il top nel terzo atto allorché gli intrecci, le malefatte e le prepotenze sono stati sistemati anche con la mano del cielo.
Simpatica e riuscita pienamente la presenza spirituale del marito morto visibile solamente ad una specie di contadina veggente e fattucchiera medium delle campagne del casertano.
Buono il lavoro della regia. Affiatato lo staff degli attori, che nell’edizione 2007 erano stati premiati per la migliore interpretazione femmile della Manifestazione con Maria di Sarno.
Quest’anno, oltre ad una menzione complessiva dello staff, hanno maggiormente colpito Carmela (AnnaMaria Iannucci) ottimo il livello espressivo e la interpretazione della ruspante “Melinda” della famosa serie televisiva “Ghost Whisperer” con tempi scenici serrati, Armida (Maria di Sarno) vedova inconsolabile e malaccorta interpretata con maestria anche se un tantinello frenata rispetto allo scorso anno. Espressività, tempi nei dialoghi e padronanza scenica di alto livello, Pia (Rosamunda Simonetti) personaggio difficile perché antipatico e scorbutico reso molto bene nei dialoghi, nei tempi e nelle espressioni, Gioacchino (Pasquale Iannucci) attempato playboy e incallito giocatore di cavalli… in realtà non gli riescono né le prime né le seconde imprese… Un affettuoso applauso al ns. Pasquale sia come regista che come interprete.
Ci si rivede il 23 febbraio con la compagnia “Il Faro” di Casalnuovo di Napoli in “Io e il mio gemello” di Francesco Bianco.

lunedì 11 febbraio 2008. Letture: 2281.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie