Arte e Cultura, Enogastronomia - Airola. Riscopriamo il Borgo chiude con 4mila visitatori. Entusiasta Laudando: “Vinta la scommessa sul rilancio della cipolla”

Foto Airola

Cala il sipario sulla terza edizione di “Riscopriamo il Borgo”, organizzata dalla Pro Loco di Airola in collaborazione con Comune di Airola, Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (UNPLI) e Camera di Commercio di Benevento, svoltasi lo scorso fine settimana. Tra sabato 31 agosto e domenica 1 settembre, sono accorsi nel cuore del Borgo di Airola (BN) oltre quattromila visitatori provenienti da tutta la Campania.


Gli organizzatori hanno ancora negli occhi il bagno di folla che ha salutato la chiusura dell’edizione 2013 in piazza Borgo con il rito del ciuccio di paglia e lo spettacolo pirotecnico.
Il recupero e la valorizzazione del centro storico di Piazza Borgo e dintorni rappresentano l’obiettivo della kermesse che unisce gastronomia territoriale, arte, cultura e spettacolo inseriti nella cornice caratteristica di piazze, vicoli e viuzze del Borgo.  Ad oggi, grazie allo sforzo di Bartolomeo Laudando, ideatore e anima dell’evento, dei soci della Pro Loco di Airola e, soprattutto, dei residenti, sono stati resi nuovamente fruibili importanti ricchezze storico-artistiche e paesaggistiche: la chiesa di San Lorenzo al Borgo (riaperta nel 2011 dopo oltre 40 anni di oblio), l’area di San Michele a Portanova (recuperata dopo un duro lavoro di sbancamento e riassestamento ad opera di una squadra di volontari del posto, nel 2012) e infine i lampioni in ghisa di metà ‘800, restaurati e risistemati ai lati della Chiesa di San Lorenzo quest’anno.
L’opera di riappropriazione della storia contadina airolana è proseguita anche con la riproposizione del prodotto agricolo airolano per eccellenza, la cipolla, con l’offerta di musica popolare mediterranea (ai Mentarè dell’edizione 2012, hanno fatto seguito i Contacunti nel 2013) e con la riscoperta di antichi giochi per grandi (palo della cuccagna e tiro alla fune) e piccoli (corsa con i sacchi, rottura della pignatta, campana, tiro alla fune e tiro delle freccette).
Ma gli organizzatori, incassati i meritati riconoscimenti, pensano già alla quarta edizione e alle prossime sfide.
“Abbiamo ottenuto un riscontro eccezionale per la valorizzazione della cipolla, prodotto tipico airolano per eccellenza”, afferma Bartolomeo Laudando, ideatore della kermesse, artista e socio della Pro Loco. “Quest’anno tantissimi turisti sono accorsi ad assaggiare i nostri prodotti a base di cipolla. La scommessa degli abitanti del Borgo è vinta, adesso la palla passa alle istituzioni che devono provvedere a muovere i necessari passi per incentivare la coltivazione della cipolla. Siamo fermamente convinti che si può installare una filiera che rilanci l’economia locale”, conclude Laudando.
“Siamo molto contenti dell’afflusso di visitatori che sono accorsi in quest’angolo della Valle Caudina per “Riscopriamo il Borgo”. Siamo convinti che l’organizzazione di eventi culturali di qualità come questo rafforzino l’appeal di Airola per chi viene da fuori e garantiscano una crescita, culturale ma anche economica e civile, del nostro territorio”, ha dichiarato Ivo Visciano, presidente della Pro Loco di Airola dallo scorso giugno.

lunedì 2 settembre 2013. Letture: 982.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie