Discarica Tre Ponti - Montesarchio. Prosegue la mediazione per impedire la riapertura della discarica

Foto Montesarchio

Il presidio è in fase di allestimento ma già questa notte ci sarà qualcuno che dormirà in macchina davanti all’ingresso della discarica di Tre Ponti, a Tufara Valle. La trattativa è ancora in corso ma la popolazione teme brutti scherzi. Del resto i patti sottoscritti sono stati già violati e, quindi, non ci si stupirebbe più di tanto nel vedere arrivare all’improvviso i compattatori carichi di rifiuti.
La discarica, secondo quanto annunciato dal prefetto De Gennaro, dovrebbe essere aperta solo per ricevere 21mila tonnellate di rifiuti ma il timore, per come stanno andando le cose in Campania, è che quella minima quantità sia solo un cavallo di troia per tenerla in funzione sine die. Una volta aperto un sito tanto grande chi lo potrebbe mai chiudere? Del resto, un altro commissario straordinario, Corrado Catenacci, insieme al presidente della regione Campania, Bassolino, aveva firmato con la gente di Tufara, di Montesarchio e dell’intera Valle Caudina, un altro accordo che prevedeva che la discarica restasse in funzione solo il tempo necessario per ricevere 400 mila metri cubi di rifiuti e poi neanche un grammo di spazzatura sarebbe mai più arrivato.
La gente accettò, le barricate ed i blocchi furono rimossi e domani sarebbero dovuti iniziare anche i lavori di riqualificazione e bonifica di quella cava dismessa per i quali sono stati stanziati 3 milioni e mezzo di euro. Sopra i rifiuti sarebbero dovuto nascere una struttura sportiva e sociale polivalente. Ma ora cosa succederà? La domanda è pesante e nessuno sa dare una risposta.
Nel pomeriggio presso la prefettura di Benevento si è svolta una riunione alla quale hanno preso parte il presidente della provincia, Nardone, il sindaco di Montesarchio, Izzo, diversi amministratori, i rappresentanti dei comitati ed i vertici delle forze dell’ordine. A presiederla c’era la dottoressa Circelli, vicario del prefetto. Si è stabilito di chiedere un incontro urgente a De Gennaro per spiegare le ragioni della Valle Caudina, per tentare di convincerlo che il sito non deve essere riaperto. Ed ancora una volta, come due anni fa, al commissario straordinario di turno verrà portata una richiesta concreta.
Il presidente Nardone intende farsi carico delle 21mila tonnellate di rifiuti che l’ex capo della polizia intende portare a Tufara Valle. Intende farsene carico chiedendo un atto di solidarietà a tutti i comuni del Sannio per impedire che Tre Ponti riapra. L’incontro dovrà esserci nei prossimi giorni e dal suo esito dipenderanno tante cose. Ecco perché al termine del vertice in prefettura oggi nessuno ha voluto rilasciare dichiarazioni. E’ ancora tempo di mediazione e trattativa. Ma il presidio a breve comincerà a funzionare 24 ore su 24 perché da queste parti i sogni muoiono all’alba.

Fonte: Retesei

martedì 22 gennaio 2008. Letture: 2424.


Commenti

  1. Oscar ha detto:

    Istituzione nuova Regione: Sannio…
    Istituzione nuova Regione: Sannio, Irpina e Cilento

    PERCHE’ LA CAMPANIA NON E’ (SOLO) NAPOLI…
    Firma e fai firmare per ridare speranza alle zone interne…
    Via da Napoli.
    Via dalla Campania.

    http://www.petizioni.info/modules.php?name=News&file=article&sid=22

  2. SdO ha detto:

    bene ricominciano le rotture di palle di strade bloccate e chi paga è come sempre la gente comune.
    Sò che la protesta è giusta,ma quello che non approvo è che questi blocchi e manifestazioni penalizzano solo noi stessi,tanto alla fine la “monezza” se vogliono ce la portano lo stesso.

  3. gianni mauriello ha detto:

    IN UN PERIODO STORICO, DOVE SI CERCA DI TAGLIARE LE SPESE PROPONENDO L’ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE E LA DIMINUZIONE DELLE REGIONI (COSTITUENDO MACROREGIONI), CI SONO PERSONE COME OSCAR, CHE IN UN MOMENTO DRAMMATICO COME QUESTO PROPONE SOLUZIONI UTOPICHE CON PETIZIONI INUTILI: FUORI DALLA CAMPANIA VIA DA NAPOLI VIVA LA NUOVA REGIONE DEL SANNIO CON IRPINIA, CILENTO E METTIAMOCI UN PO DI MOLISE CON QUALCHE ZONA DEL FOGGIANO!!!
    ANZI IO DICO DI PIU’!!! PROPONIAMO LA SARDEGNA NAZIONE, RIPRENDIAMOCI LA CORSICA, DIAMO L’ALTO ADIGE ALL’AUSTRIA E CONTRATTIAMO PER L’ISTRIA E LA DALMAZIA.
    E SE NON BASTA LOTTIAMO PER LA VALLE CAUDINA COME STATO INDIPENDENTE!!
    MA PER FAVORE…SMETTIAMO DI DIRE CAGATE E PENSIAMO ALLA MUNNEZZA CHE STA PER ARRIVARE IN VALLE!!!
    A SDO VOLEVO DIRE CHE LE PROTESTE E I BLOCCHI DI PIANURA STANNO FUNZIONANDO E LA COMUNITA’ DI CONTRADA PISANI, GRAZIE ALLA TENACIA E ALLA PERSISTENZA,STANNO OTTENENDO OTTIMI RISULTATI.
    A TUTTO QUESTO C’E’ UN’UNICA SOLUZIONE…GUERRIGLIA URBANA IN CONTINUAZIONE!!!!!!!!!!
    AVANTI CAMERATI!!!

  4. carmine ha detto:

    vi invito a scorrere questa pagina http://www.sito.regione.campania.it/burc/pdf08/burc03or_08/decdir530_07.pdf
    cervinara dove è? sempre assenti nel ripartimento fondi regionali

  5. carmine ha detto:

    prego scorrere il seguente link:http://www.sito.regione.campania.it/burc/pdf08/burc03or_08/decdir501_07.pdf
    ma la cervinara in cui si lavora per le piccole aziende local dove è ?

  6. carmine ha detto:

    Bando per l’assegnazione di contributi agli Enti Locali per la progettazione definitiva di interventi di rigenerazione urbana finalizzati alla sicurezza delle città – L.R. n. 12 del 13 giugno 2003.
    REGIONE CAMPANIA . Quanto ci scommettete che il comune di Cervinara non presenterà alcun progetto?

  7. GIOSEPPO ha detto:

    MA NU RUMPITE E PALLE LA MONNEZZA DI NAPOLI SA TENESSENE A NAPOLE

  8. carmine ha detto:

    SCANDALOSO QUALCUNO SUL SITO DEL COMUNE DI CERVINARA SEZIONE: REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELLA TASSA SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI HA ELIMINATO GLI ARTICOLI RELATIVI AL RIMBORSO DELLA TARSU IN CASO DI INEFFICIENZA DEL SERVIZIO. VI PREGO VERIFICARE ED EVENTUALMENTE CORREGGERE, SPERò QUESTA MIA SVISTA, PERCHè SE TALE NON FOSSE SI è OMESSO UN DIRITTO DEL CITTADINO.

  9. carmine ha detto:

    LA SEZIONE è LA TERZA ARTICOLO 16-17-18

  10. carmine ha detto:

    MA L’OPPOSIZIONE CHE FA SI GRATTA I COGL…. O SI FA DARE DEGLI INCARI PER TACERE?

  11. GIOSEPPO ha detto:

    A MONNEZZA METTETELA NESUVIO

  12. gioseppone ha detto:

    a munnezza e napule add’ i’ inde o vesuvio

  13. jo ha detto:

    io penso che qualcosa si può fare per evitare che la monnezza di napoli arrivi qua…prima di tutto tutti i paesi della valle caudina devono essere uniti, non perchè la monnezza arriva a tre ponti, gli altri paesi che magari sono lontanno dalla discarica se ne fregano…ma avete visto oggi quante persone stavano facendo il blocco a napoli 70 persone!!! ridicolo!! noi abbiamo bisogno di migliaia di persone, non poche decine sono convinto che alla fine cambiano idea. la monnezza ai napoletani che non hanno cura nemmeno del loro territorio!!! quando vengono al taburno o al mafariello esportano anche il loro stato di inciviltà non meritano niente

  14. Massimiliano ha detto:

    SdO, rotture di palle per le strade bloccate?
    è questo che mi disturba, questo menefreghismo; non solo non esprimi solidarietà a chi lotta anche per te, ma guardi solo al tuo piccolo ritardo. E che dire di quei coraggiosi che per difendere la propria terra fanno la notte?

  15. SdO ha detto:

    Caro Massimiliano hai interpretato male il mio intervento,rileggilo con attenzione.
    E’ inutile ribadire,che sono favorevole ad ogni tipo di protesta purchè porti a qualcosa di concreto.
    Ho tutta la solidarietà per quelle persone che fanno la notte al feddo,il giorno etc etc ma non pensi anche ai disagi che tale protesta porta?
    Disagi che alla fine cadono su di noi,e ti dirò sono anche propenso ad subirli,ma almeno che servi a qualche cosa.
    La verità è che questo problema ci fù in passato (alla prima apertura),probabilmente ci sarà prossimamente e quasi sicuramente in futuro si ripresenterà puntualmente come un’orologio svizzero.
    Prendiamocela con chi veramente ha le colpe,con quelle stesse persone che abbiamo votato noi,che ci rappresentano male malissimo e che si fanno vedere solo quando il problema oramai è giunto, e si presentano tutti belli acchittati per mostrarsi davanti agli schermi televisivi.
    Dov’erano nei giorni precedenti???
    A patrocinare feste e festicciuole,mentre la monnezza cresceva…
    Quella zona doveva essere bonificata,si ..per metterci altra monnezza.
    Ciao
    SdO

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie