Elettrodotto - Cervinara. Cioffi: “Speriamo di ottenere un rinvio”

Foto Cervinara

“Nel consiglio comunale che abbiamo convocato per sabato scorso è stato deliberato di inviare una missiva ai Ministri del Governo, non di organizzare una manifestazione”. Il primo cittadino di Cervinara Franco Cioffi sgombra così il campo da qualsiasi ipotesi di una iniziativa pubblica promossa dalla compagine amministrativa di centrosinistra, che la scorsa settimana si è fatta portavoce di un consiglio comunale straordinario nel pomeriggio al quale hanno preso parte diversi rappresentanti delle amministrazioni dei comuni limitrofi e delle associazioni.

“Abbiamo fatto di tutto per sensibilizzare le istituzioni su questa delicata problematica, quantomeno per ottenere – spiega il primo cittadino cervinarese – un rinvio di una quindicina di giorni, in modo tale da studiare con maggiore attenzione questa delicata problematica che sta preoccupando la popolazione”. Il sindaco di Cervinara, insomma, cerca di portare a casa almeno qualche rinvio sulla vicenda, anche se la situazione appare assai complicata, specialmente se si pensa che si è arrivati a poche ore dall’energizzazione dell’impianto gestito dalla “Terna”, la società che gestisce le reti per conto dell’Enel. Nel frattempo, sul territorio si muovono diverse associazioni per manifestare tutto il proprio dissenso all’ipotesi di entrata in funzione dell’elettrodotto, e proprio per questo motivo il capo della coalizione di centrosinistra ha tenuto a precisare la posizione dell’amministrazione, facendo seguito alla lunga discussione di sabato scorso in consiglio comunale. In generale, però, il clima che si avverte è soprattutto di rassegnazione, e diverse amministrazioni comunali hanno provveduto a rinnovare gli avvisi alla cittadinanza di prestare attenzione agli impianti, per non rimanere folgorati e rischiare quindi la vita.

Fonte: Ottopagine.it

mercoledì 31 gennaio 2007. Letture: 2472.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie